“Ritorno alla vita”, venerdì 26 febbraio ore 21.15 – Terzo appuntamento con “Effetto Cinema 2016” presso il cinema Eden

Febbraio 23, 2016

download

(Unione Comuni Garfagnana, 23/02/2016) – Terzo appuntamento in programma per “Effetto Cinema 2016”, la rassegna cinematografica organizzata dall’Unione Comuni Garfagnana in collaborazione con la sala Eden di Castelnuovo Garfagnana nell’ambito del “Progetto Radici” cofinanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. Sei serate, al prezzo speciale di 4 euro, per vedere e rivedere pellicole che hanno segnato la storia del cinema, con la possibilità di comprendere le sfaccettature di ognuna grazie al percorso guidato dal critico cinematografico Marco Vanelli del Cineforum Cinit “Ezechiele 25,17”.

Venerdì 26 febbraio, alle 21.15 sarà la volta di “Ritorno alla vita”, di Wim Wendes (Germania, Canada, Norvegia, Francia, Svezia 2015, 100’) con James Franco, Charlotte Gainsbourg, Rachel McAdams, Marie-Josee Croze. Presentazione a cura di Alessandro Tovani.

Il film racconta dodici anni nella vita di Tomas, uno scrittore americano in piena crisi creativa: la sua relazione con Sara, una ragazza dolce e convenzionale che poco capisce del suo mondo interiore; quella con l’editrice Ann e sua figlia Mina; il difficile rapporto con la scrittura, il successo critico e il riconoscimento intellettuale; il legame misterioso e indissolubile con la bellissima Kate, giovane madre di due bambini che vive negli spazi sconfinati del lago Ontario. “Ritorno alla vita” è un film che parte da un imprevisto, un incidente stradale che cambia la vita di Tomas per sempre. Il racconto segue la sua quotidianità personale e professionale per dodici anni in cui cova nel suo intimo un fortissimo senso di colpa che lo rende quasi inadeguato alla vita stessa. Tomas è un uomo enigmatico e a causa di questo trauma trasmette il suo malessere a chi gli sta vicino. Suo unico rimedio è trasformare il dolore interiore in parole, mettendo tutto nero su bianco. Il tema della scrittura e del successo personale si riverberano su Wenders stesso, ancora in grado di creare sfumature di grande raffinatezza stilistica.

 

Please follow and like us:

“Ritorno alla vita”, venerdì 26 febbraio ore 21.15 – Terzo appuntamento con “Effetto Cinema 2016” presso il cinema Eden

Febbraio 23, 2016

download

(Unione Comuni Garfagnana, 23/02/2016) – Terzo appuntamento in programma per “Effetto Cinema 2016”, la rassegna cinematografica organizzata dall’Unione Comuni Garfagnana in collaborazione con la sala Eden di Castelnuovo Garfagnana nell’ambito del “Progetto Radici” cofinanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. Sei serate, al prezzo speciale di 4 euro, per vedere e rivedere pellicole che hanno segnato la storia del cinema, con la possibilità di comprendere le sfaccettature di ognuna grazie al percorso guidato dal critico cinematografico Marco Vanelli del Cineforum Cinit “Ezechiele 25,17”.

Venerdì 26 febbraio, alle 21.15 sarà la volta di “Ritorno alla vita”, di Wim Wendes (Germania, Canada, Norvegia, Francia, Svezia 2015, 100’) con James Franco, Charlotte Gainsbourg, Rachel McAdams, Marie-Josee Croze. Presentazione a cura di Alessandro Tovani.

Il film racconta dodici anni nella vita di Tomas, uno scrittore americano in piena crisi creativa: la sua relazione con Sara, una ragazza dolce e convenzionale che poco capisce del suo mondo interiore; quella con l’editrice Ann e sua figlia Mina; il difficile rapporto con la scrittura, il successo critico e il riconoscimento intellettuale; il legame misterioso e indissolubile con la bellissima Kate, giovane madre di due bambini che vive negli spazi sconfinati del lago Ontario. “Ritorno alla vita” è un film che parte da un imprevisto, un incidente stradale che cambia la vita di Tomas per sempre. Il racconto segue la sua quotidianità personale e professionale per dodici anni in cui cova nel suo intimo un fortissimo senso di colpa che lo rende quasi inadeguato alla vita stessa. Tomas è un uomo enigmatico e a causa di questo trauma trasmette il suo malessere a chi gli sta vicino. Suo unico rimedio è trasformare il dolore interiore in parole, mettendo tutto nero su bianco. Il tema della scrittura e del successo personale si riverberano su Wenders stesso, ancora in grado di creare sfumature di grande raffinatezza stilistica.

 

Please follow and like us: