“Alberi Monumentali della Garfagnana”, il nuovo volume della Banca dell’Identità e della Memoria sulla storia e la mitologia delle meraviglie vegetali del territorio

Giugno 20, 2014

Presentazione sabato 28 giugno presso il Vivaio Forestale “La Piana” di Camporgiano

Immagine1

(Unione Comuni Garfagnana, 20/06/2014) – Un nuovo volume va ad arricchire la Collana Editoriale della Banca dell’Identità e della Memoria dell’Unione Comuni Garfagnana: “Alberi Monumentali della Garfagnana – Storia e Mitologia” di Ivo Poli, che verrà presentato a tutti gli amanti del paesaggio e dell’ambiente della Garfagnana sabato 28 giugno presso il Vivaio Forestale “La Piana” di Camporgiano.

Questo lavoro sugli alberi monumentali è frutto di un paziente lavoro di ricerca che l’autore ha svolto per censire e descrivere gli alberi maestosi e secolari della valle: eroi del passato, che con tenacia sopravvivono, a volte segnati dal tempo, testimoni di storie e di leggende, punti di riferimento e figure amiche per escursionisti, pastori, cacciatori. Nel suo lungo girovagare per i boschi garfagnini, negli ultimi anni l’autore ha trovato moltissimi esemplari da classificare monumentali. Oltre ai grandi possenti castagni, faggi, querce, tassi, ciliegi, abeti e pini esistono anche altre specie di dimensioni minori per il loro genere ma ugualmente importanti per età e dimensione come aceri montali, maggiociondoli, biancospini, sorbi, cornioli, bossoli, fichi, meli e tante altre specie. Per ogni pianta segnalata sono state riportate, oltre ad una scheda tecnica delle caratteristiche dell’albero, anche storie, leggende e soprattutto il ruolo che ebbero gli alberi nelle società antiche, dove in quasi tutte le religioni si riscontrano esempi di culto e significati mitologici. Con questa pubblicazione si rende omaggio a queste piante che sono parte integrante della cultura, dell’economia e del paesaggio costituendo la vera e propria anima del territorio assicurando sopravvivenza e reddito agli abitanti, oggi anche come risorsa turistica. L’Unione Comuni della Garfagnana oltre a raccogliere e conservare questo importante sapere nell’ambito della Banca dell’Identità e della Memoria, ha attivato un progetto di recupero di circa venticinque alberi di interesse monumentale all’interno di boschi del nostro territorio: dalla potatura, alla pulizia del sottobosco con recinzioni palizzate, con segnaletica e cartellonistica con dati storici e tecnici. Perché la Garfagnana è ricca di monumenti vegetali, che meritano di essere conosciuti, salvaguardati e protetti.

La presentazione si terrà sabato 28 giugno ore 18.00 presso il Vivaio Forestale “La Piana” di Camporgiano alla presenza del Sindaco di Camporgiano Francesco Pifferi, il Sindaco di Piazza al Serchio, Vice-Presidente uscente e Assessore all’agricoltura dell’Unione Comuni Garfagnana Paolo Fantoni, con le presentazioni a cura del Prof. Elvio Bellini, Università di Firenze, Accademico Ordinario Gergofili di Firenze. Al termine della presentazione il responsabile del Vivaio illustrerà le attività a carattere economico e scientifico della struttura.

Please follow and like us: