A Natale l’innovazione arriva nelle scuole della Garfagnana

Dicembre 23, 2014

L’Unione Comuni Garfagnana porta a Careggine, Corfino e Villa Collemandina i primi tablet

L’Unione Comuni Garfagnana, nella sua missione di stimolare la conoscenza e l’innovazione tecnologica dei servizi del territorio, ha avviato un percorso di sperimentazione nei Comuni della Garfagnana per rendere all’avanguardia le scuole, metterle in rete e diffondere le moderne tecnologie. In tal senso, ha ritenuto prioritario destinare 20.000 euro per l’attivazione di un progetto di eccellenza per i plessi del territorio che più vivono situazioni di disagio a causa dell’isolamento dotandoli di attrezzature innovative e strutture per lavorare in rete. Una opportunità significativa per il mantenimento del presidio scuola nelle aree di montagna, assicurando nello stesso tempo un adeguato livello dell’offerta formativa e sperimentando attività di eccellenza. L’operazione si aprirà, in piena atmosfera natalizia, oggi martedì 23 dicembre alle ore 21.00 presso il Centro Sociale e Ricreativo di Careggine con la consegna di un notebook ad ogni alunno della scuola primaria. Domenica 28 dicembre a Corfino presso la Chiesa Parrocchiale e martedì 6 gennaio a Villa Collemandina presso la Sala Consiliare, sarà invece la volta degli alunni delle classi IV e V delle due sedi scolastiche. “L’unico modo per garantire la presenza delle scuole nei nostri piccoli centri è proprio la tecnologia e l’innovazione. Consegnando agli alunni tali dispositivi e mettendo le classi e gli insegnanti in condizione di lavorare in rete e aprirsi al mondo, i piccoli poli saranno collegati funzionalmente alle istituzioni scolastiche di riferimento” – afferma il Presidente dell’Unione Paolo Fantoni – “Questo renderà possibile il collegamento delle diverse scuole o classi coinvolte e la gestione di attività didattiche aggiuntive anche in modalità e-learning con il supporto di docenti e/o tutor. Con questa operazione vogliamo dare nuovo impulso alle nostre scuole più piccole che rischiano di impoverire la propria offerta formativa ed arginare la progressiva diminuzione degli iscritti.”

Please follow and like us: