L’Appennino Tosco Emiliano è entrato a pieno diritto nelle Rete delle riserve ‘Uomo e Biosfera’ MaB UNESCO

Giugno 9, 2015

La decisione è stata comunicata poco fa durante i lavori del Consiglio Internazionale della Rete mondiale riunito a Parigi. Grande soddisfazione del presidente dell’Unione Comuni Garfagnana per la  vittoria per il Parco Nazionale e di tutti i territori che hanno creduto nel progetto

Oggi a Parigi, nel quartier generale dell’ UNESCO, il Consiglio Internazionale della Rete mondiale ‘Uomo e Biosfera’ (MaB) si è riunito per decidere sulle nuove candidature da tutto il mondo, tra cui quella dell’Appennino Tosco Emiliano. A seguire i lavori ci sono i rappresentanti del Parco Nazionale e alcuni sindaci dei diversi territori tra cui il Vice Presidente del Parco Nazionale e Sindaco del Comune di San Romano in Garfagnana Pier Romano Mariani.

Pochi minuti fa la conferma: l’approvazione è definitiva! Ciò significa l’inserimento di un ampio territorio dell’Appennino tosco emiliano e dei 38 Comuni che hanno deliberato l’adesione, nella rete Mondiale MAB (Uomo e Biosfera): la rete delle aree ove si ricercano e sperimentano percorsi di sviluppo sostenibile attraverso azioni condivise di conservazione ambientale, di sviluppo economico e di potenziamento del capitale umano. E’ un’opportunità eccezionale, strategica e di lungo periodo per rimettere in corsa, a partire dall’autostima e dell’approccio propositivo e competitivo ampi territori che negli ultimi decenni hanno visto più declino che crescita e che hanno così l’occasione di mettere davvero in gioco le eccellenze e le qualità che posseggono.

38 Comuni, le 2 Regioni, le Università, le Camere di Commercio, Consorzi di Bonifica e Associazioni imprenditoriali e culturali sono i soggetti che hanno sottoscritto la proposta. Dell’area Garfagnana hanno aderito, oltre a San Romano in Garfagnana, Sillano-Giuncugnano, Villa Collemandina facenti parte del Parco Nazionale, anche Castelnuovo di Garfagnana, Piazza al Serchio e Pieve Fosciana.

“E’ un grande risultato frutto di un paziente lavoro di squadra” – afferma il Presidente dell’Unione Comuni Garfagnana Paolo Fantoni – “e siamo sicuri che questa sia un’enorme opportunità per far crescere i nostri territori e assicurargli una visibilità internazionale. C’è un’ agenda di iniziative concertate con il Ministero dell’Ambiente, che faranno vivere subito concretamente la MAB Appennino tra cui per un anno intero, la presentazione e circuitazione della mostra ‘Behind food Sustainability’, che rappresenta il contributo di Unesco Italia Expo 2015. La mostra è ora in esposizione a Venezia e poi, con l’integrazione di una sezione dedicata all’Appennino Tosco Emiliano, verrà esposta a tappe in diversi punti e città dei nostri territori, a partire proprio da Castelnuovo di Garfagnana nei primi giorni di luglio”.

 

Please follow and like us: