“La partecipazione fosciandorina alla Grande Guerra” di Ivano Stefani, il nuovo volume della Banca dell’Identità e della Memoria. Presentazione sabato 13 agosto – Campo dei Caduti di Migliano, Comune di Fosciandora

Agosto 12, 2016

la partecipazione fosciandorina alla grande guerra

(Unione Comuni Garfagnana, 11/08/2016) – La Collana Editoriale della Banca dell’Identità e della Memoria dell’Unione Comuni Garfagnana torna a raccogliere un nuovo contributo per la conservazione del patrimonio locale. Sabato 13 agosto alle ore 18,00 presso il Campo dei Caduti di Migliano nel Comune di Fosciandora si terrà la presentazione del volume “La partecipazione fosciandorina alla Grande Guerra” di Ivano Stefani.

             La Prima Guerra Mondiale costituisce un evento che ha cambiato la storia dell’Europa e ne ha segnato indelebilmente anche il destino con conseguenti radicali sviluppi politici ed istituzionali. In occasione del centenario da quel drammatico evento, tra il 2014 al 2018, numerose sono le iniziative di commemorazione che ovunque vengono realizzate, perché ogni comunità, anche la più piccola, ha vissuto la propria guerra e non c’è paese senza un monumento ai caduti che ne ricordi i nomi. A Migliano, nel Comune di Fosciandora il 19 giugno 1919 fu inaugurato, probabilmente uno dei primi in Garfagnana e forse nella provincia, un monumento con le fotografie e i nomi di quanti avevano perso la vita nel conflitto.

            “Tramandare la memoria di questi giovani, delle sofferenze dell’intera comunità fosciandorina nel contesto degli eventi ufficiali, quelli tramandati della ‘grande storia’ , è quanto Ivano Stefani ha voluto fare con questo libro” – afferma Andrea Tagliasacchi, Presidente ad interim dell’Unione Comuni Garfagnana – “Un libro che trova giusta collocazione nella Collana Editoriale della Banca dell’Identità e della Memoria della Garfagnana, nata anche per recuperare e tramandare la memoria storica del proprio territorio, per conservare le testimonianze sul passato della comunità Garfagnina che possono andare disperse se non condivise, valorizzate e considerate un elemento di crescita sociale e civile. Corre doveroso segnalare la sensibilità del Sindaco e dell’Amministrazione Comunale di Fosciandora che hanno sostenuto con convinzione questa iniziativa che si inserisce in un programma più ampio di celebrazioni del 100° della Grande Guerra sviluppato dall’Unione Comuni Garfagnana. La paziente e appassionata ricerca di Ivano Stefani arricchisce di u nuovo importante contributo la Banca della Memoria impegnata da oltre dieci anni nella ricerca e nella salvaguardia della storia, della cultura e delle tradizioni del territorio.”

            L’appuntamento è quindi per sabato 13 con la presentazione dell’opera, in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, a cura di Pietro Paolo Angelini, alla presenza del Sindaco Fosciandora Moreno Lunardi, del Presidente dell’Unione Andrea Tagliasacchi e del Tenente Colonnello Vittorio Lino Biondi. A seguire l’esibizione della banda musicale “I ragazzi del Giglio” di Fosciandora.

Il Sindaco Lunardi: “Dalla nostra bella Valle, la Garfagnana, furono chiamati a sacrificare la loro vita nella Prima Guerra Mondiale in moltissimi. Oltre 700 morirono. Anche dal nostro Comune ne partirono parecchi: la maggioranza riabbracciò famigliari ed amici, ma diversi purtroppo non tornarono. Durante la sua ricerca, oltre a quelle già note, Ivano ha rinvenuto ulteriori vittime fosciandorine. All’epoca del conflitto alcune di queste erano residenti nel Comune, mentre altre, se pur nate a Fosciandora, altrove. Il presente lavoro, oltre a una introduzione e una conclusione che raccontano in breve del contesto nazionale e garfagnino, è anche ricco di immagini interessanti ed inedite, raccolte negli anni dall’autore, e di altre rintracciate sul web. Questo lavoro onora chi partecipò a quella Prima Guerra Mondiale da molti considerata la “IV Guerra d’Indipendenza. Sono tutti invitati a partecipare a questo avvenimento.”

 

Please follow and like us: