“Il Monello, Storia del partigiano Aldo Casotti”, il nuovo volume della Banca dell’Identità e della Memoria

Aprile 21, 2016

Presentazione Domenica 24 aprile ore 10,00 presso la Sala Pietro Ferri di Gorfigliano

 IL MONELLO_V

            (Unione Comuni Garfagnana, 21/04/2016) – La Resistenza, l’insieme dei movimenti popolari, politici e militari che si opposero al nazifascismo, rappresenta un evento tra i più significativi della nostra storia ed ha posto le basi della Repubblica Italiana e della sua Costituzione, aprendo una stagione di democrazia, di speranza, di rinascita e di libertà. I partigiani, uomini e donne che credevano nella libertà, hanno combattuto ed in molti casi sono stati feriti o hanno perso la vita, per il raggiungimento di questi ideali: erano persone di diversi ceti sociali, diverse idee politiche e religiose, che avevano in comune la volontà di lottare per ottenere in patria la democrazia, il rispetto della libertà individuale e l’uguaglianza. Era gente comune (giovani, anziani, preti, militari), pronta a combattere e a sacrificarsi, che si riunì formando le squadre di partigiani e che, con poche armi, iniziò la lotta di Resistenza per la libertà, organizzando sabotaggi e attentati, assaltando caserme fasciste e tedesche e chi non combatteva era comunque disponibile a collaborare e a sostenere i partigiani nelle loro battaglie.

            Con queste premesse si apre un nuovo contributo per la conservazione della memoria locale che la Collana Editoriale della Banca dell’Identità e della Memoria dell’Unione Comuni Garfagnana torna a raccogliere con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. “Il Monello, Storia del partigiano Aldo Casotti” è però il frutto di un lavoro davvero particolare, condotto dalla classe quinta della Scuola Primaria di Gorfigliano che nel 2015, in occasione del centenario della prima guerra mondiale e dei 70 anni dalla Liberazione, ha affrontato alcune tematiche riguardanti i conflitti mondiali. Gli alunni hanno così avuto modo di conoscere avvenimenti, personaggi, testi, poesie e canzoni di questi anni di guerra. Per quanto riguarda la storia del nostro territorio, è stata approfondita la figura del giovane partigiano Aldo Casotti, il ragazzo al quale è dedicato il monumento davanti alla vecchia scuola. Tante volte hanno letto il suo nome e l’epigrafe a lui dedicata, senza però sapere niente della sua storia. Il lavoro di ricerca realizzato nasce proprio dal desiderio di conoscere e far conoscere, soprattutto ai più giovani, lo spirito di libertà che lo ha animato, fino a sacrificare la vita per la Patria, affinchè tutti possano ricordarlo e tramandarne la memoria.

“Sostenere e promuovere progetti scolastici finalizzati a far conoscere agli studenti la storia, la cultura e le tradizioni del territorio con la loro partecipazione attiva nella ricerca delle proprie radici è uno degli obiettivi che l’Unione Comuni Garfagnana sostiene fortemente” – precisa il Presidente Paolo Fantoni – “Abbiamo accolto quindi volentieri, nella Collana Editoriale della Banca dell’Identità e della Memoria, questo lavoro realizzato dalla scuola Primaria di Gorfigliano; una ricerca approfondita, ricca di documenti e citazioni importanti per far conoscere l’esperienza di un giovane nato a Gorfigliano, eroe della resistenza, esempio di valori e di ideali”. La storia del partigiano Aldo Casotti, giovanissimo e per questo soprannominato il “Monello”, morto per la libertà a soli quindici anni, ha suscitato interesse negli alunni di Gorfigliano che con passione ne hanno ricostruito le vicende, ripercorso i luoghi e le tappe della sua “battaglia”, ritrovato le testimonianze sulle celebrazioni in suo onore. Il lavoro che la scuola ha svolto è particolarmente significativo per la conservazione della memoria dei momenti più tragici della nostra storia e per fare risaltare l’attualità di quei valori che animarono la lotta per la democrazia e la libertà. Un plauso particolare alle insegnanti e alla Amministrazione comunale di Minucciano che hanno accompagnato questo percorso di ricerca con entusiasmo e hanno stimolato la partecipazione attiva degli alunni. Intorno alla figura popolare del Monello si sono inoltre sviluppate azioni coordinate con le famiglie e il territorio, ricerca di monumenti e testimonianze del passato, riflessioni sui “beni comuni” e sul “farsi carico” doveroso dei problemi di una collettività nel rispetto dei diritti di ciascuno. Per celebrare il valore dell’iniziativa, domenica 24 aprile 2016 alle ore 10,00 presso la Sala Pietro Ferri di Gorfigliano si terrà la presentazione del volume inserito nella Collana Radici – Comuni e Comunità della Banca dell’Identità e Memoria della Garfagnana. Il Presidente Fantoni, stante dunque l’originalità invita ad intervenire e rendere questo evento partecipato e condiviso.

Please follow and like us: