Conferenza aperta dei Sindaci dell’Unione Comuni Garfagnana – All’ordine del giorno importanti temi sulle gestione associate – Un seminario di studio con esperti

Maggio 31, 2012

 Venerdì 1 giugno, alle ore 14,30, presso la sede dell’ex Convento di Sant’Anna, messo a disposizione dal Sindaco di Pieve Fosciana, si terrà una interessante seduta della Conferenza dei Sindaci dell’Unione Comuni Garfagnana.

La riunione, presieduta dal Presidente dell’Ente Mario Puppa, si svolgerà sotto forma di un vero e proprio seminario di lavoro con gli esperti dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI) che affronteranno, attraverso una compiuta analisi, le opportunità offerte dalle gestioni associate di servizi.

La giornata di studio gli esperti dell’ANCI, Carlo Paolini, Giovanni Maltinti e Giovanni Forte, esporranno ai presenti gli aspetti più rilevanti della normativa nazionale e regionale sul tema delle gestioni associate nonché l’opportunità e l’utilità collettiva dell’Unione di Comuni, soffermandosi poi sugli aspetti organizzativo-gestionali.

Si tratta di un seminario molto interessante soprattutto per far luce su alcuni aspetti operativi relativi alle gestioni associate che meritano particolare attenzione, per cui all’iniziativa sono stati invitati tutti i Consiglieri dell’Unione, la Commissione Statuto ed i Segretari e dipendenti degli Enti.

“L’Unione Comuni Garfagnana – ricorda Puppa – gestisce già, oltre alle funzioni regionali in materia di agricoltura, forestazione, vincolo idrogeologico ed il servizio di antincendio boschivo, ben dodici funzioni comunali che spaziano dallo Sportello Unico delle Attività Produttive, al servizio statistico, allo sviluppo risorse umane, alla Protezione civile, al turismo, ai servizi informatici e telematici, al catasto, al mattatoio, al canile, al catasto dei boschi percorsi dal fuoco, SIT ed altri. Dal 30 dicembre 2011 si è aggiunta anche la funzione di Polizia locale. Ma questo processo non è ancora terminato. È noto – commenta ancora Puppa – che i recenti interventi normativi statali, nonché regionali, impongono ai piccoli Comuni di gestire insieme le funzioni fondamentali fra cui: funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo, funzioni di polizia locale, funzioni di istruzione pubblica, ivi compresi i servizi per gli asili nido e quelli di assistenza scolastica e refezione, nonché l’edilizia scolastica, funzioni nel campo della viabilità e dei trasporti, funzioni riguardanti la gestione del territorio e dell’ambiente, funzioni del settore sociale”. I comuni avranno tempo fino al 30 settembre 2012 per avviare l’esercizio associato di almeno due delle suddette funzioni fondamentali, mentre per le altre quattro avranno tempo fino al 30 settembre 2013.

Please follow and like us: