Al via una nuova fase di interventi per le rocche e le fortificazioni della Garfagnana

Febbraio 27, 2014

Puppa: “Giornata di presentazione lavori su quello che diventerà un itinerario storico e paesaggistico

di assoluto richiamo internazionale”

1016744_10201667434263058_1892397578_n


Prende avvio la seconda tranche di interventi relativi al progetto “Bacino Culturale Valle del Serchio – Sistema delle Rocche e delle fortificazioni”. Un programma nato nel 2008 e fortemente voluto dalle 17 amministrazioni coinvolte e le istituzioni locali, per creare un circuito turistico e culturale delle rocche e dei castelli della Media Valle del Serchio e della Garfagnana “riportando in vita” una rete monumentale particolarmente diffusa in tutto il territorio dalle molteplici forme e caratteristiche.
Gran parte dei finanziamenti sono arrivati da Arcus S.p.A.: società pubblica partecipata del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e dal Ministero delle Infrastrutture che si occupa di promuovere i beni culturali e le ricchezze del territorio. Il progetto, da essa finanziato, vede anche la partecipazione economica della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e, in minor entità, della Fondazione Monte dei Paschi di Siena per un totale di 6 milioni di euro da spendere virtuosamente sul territorio nel recupero e nella valorizzazione del complesso delle rocche e fortificazioni e l’avvio di una fase di promozione del patrimonio storico architettonico.
Il programma degli interventi, gestito dalle due Unioni dei Comuni Garfagnana e Media Valle del Serchio in raccordo con i Comuni interessati, ha già consentito in Garfagnana il recupero e il restauro della rocca Estense di Molazzana (185.000 euro) della Torre dell’Orologio di Castiglione Garfagnana (90.000,00 euro), la valorizzazione della Rocca Estense di Camporgiano (175.000) euro, interventi sulla Fortezza delle Verrucole a San Romano Garfagnana (110.000,00 euro), alla Rocca estense di Ceserana a Fosciandora (190.000,00 euro) del Castelvecchio di Piazza al Serchio (160.000,00 euro), della Torre di Minucciano (95.000,00 euro), dei Borghi Murati a Giuncugnano (166.000,00), mentre restano in via di conclusione Castiglione (100.000,00) e l’intervento di indagini archeologiche e consolidamento del castello di Vergemoli (59.000,00).
Lunedì 10 marzo p.v. ore 12.00 presso la Fortezza di Monte Alfonso a Castelnuovo Garfagnana si terrà la giornata di presentazione dei lavori e la firma della nuova convenzione tra Arcus S.p.A., le Unione dei Comuni della Media Valle e Garfagnana, la Provincia di Lucca e le Fondazioni Bancarie alla presenza del Presidente della Commissione Cultura del Senato Andrea Marcucci.
Questa seconda fase di interventi interesserà per un totale di 450.000,00 euro la Fortezza di Monte Alfonso (80.000,00 euro), il borgo di Bergiola nel Comune di Minucciano (170.000,00 euro) e il Borgo di Isola Santa nel comune di Careggine (200.000,00 euro) e si auspica possa essere seguita da un ulteriore intervento conclusivo, che andrebbe a completare la parte che doveva essere coperta dalla Fondazione Monte dei Paschi di Siena che poi è venuta a mancare. Gli edifici recuperati e restaurati saranno parte di un sistema di grande risonanza da un punto di vista culturale e sotto il profilo del marketing territoriale e turistico, nonché di fruizione dei siti storico-culturali e architettonici, anche in grado di ospitare eventi ed appuntamenti culturali di particolare prestigio.
Il Presidente dell’Unione Comuni Garfagnana Mario Puppa sottolinea l’importanza che questa operazione ricoprirà in tempi brevi nella Valle, soprattutto in termini turistici e occupazionali, per nuove opportunità di sviluppo economico per i residenti. “In questo momento di difficoltà economica generale” – aggiunge – “sviluppare sinergie che consentono opportunità di crescita e sviluppo del territorio rappresenta un punto qualificante dell’azione della Giunta dei Comuni della Garfagnana.”

Please follow and like us: