1915 – 2015 Centenario della prima guerra mondiale. Eventi e storia letti attraverso il Cinema, primo appuntamento giovedì 14 maggio alle ore 17.00

Maggio 12, 2015

prima guerra

(Unione Comuni Garfagnana, 12/05/2015) – Ricorre in questo mese il 100esimo anniversario dell’entrata dell’Italia nella Grande Guerra. Fra l’estate del 1914 e l’autunno del 1918 le maggiori potenze europee si affrontarono in una guerra sanguinosa. A causa delle loro rivalità e dei loro possedimenti coloniali extra-europei, la guerra divenne presto mondiale. Fu un conflitto sino ad allora mai visto. Per questo fu chiamato “la Grande guerra”. L’Italia liberale partecipò militarmente ai combattimenti a partire dal 24 maggio 1915. La Grande guerra, combattuta con eserciti di massa espressione di società industriali, sfociò in una morte di massa. Le statistiche disponibili parlano di milioni di morti: il dato ufficiale dei morti militari italiani in guerra parla di seicentocinquantamila vite perse. Ad esse si aggiunsero i feriti, i mutilati, le vedove, gli orfani…: la statistica del dolore è ampia. In tutto questo il  prezzo pagato alla guerra e all’insaziabile fame di uomini dell’esercito fu pesante anche nella Valle del Serchio.

Per ricordare questi terribili momenti del passato che appartengono anche a tutte le nostre famiglie e mantenere forte la memoria collettiva anche su spaccati che si stanno allontanando sempre di più dal ricordo dei più giovani, L’Unione Comuni Garfagnana ha organizzato un ciclo di eventi di approfondimento e raccoglimento sul tema attraverso il Cinema. Il progetto si inserisce in continuità con la tredicesima edizione di “Effetto Cinema”, la rassegna cinematografica organizzata dall’Unione Comuni Garfagnana in collaborazione con la sala Eden di Castelnuovo Garfagnana nell’ambito del “Progetto Radici” della Banca dell’Identità e della Memoria della Garfagnana, cofinanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e nelle celebrazioni che la Città di Castelnuovo di Garfagnana ha in programma.

Per il Presidente dell’Unione Comuni Garfagnana Paolo Fantoni “Ancora una volta, questa nuova serie di appuntamenti, totalmente gratuiti, consentiranno di avvicinarsi al tema attraverso il cinema di qualità, come mezzo di divulgazione culturale e di riflessione, sia personale che collettiva. Confidando in una numerosa partecipazione gli organizzatori invitano tutti gli appassionati a coinvolgere nuovi interessati invitiamo tutti gli interessati a vedere e ad approfondire film di qualità”.

“La rassegna” – entra nel dettaglio l’Assessore alla Cultura Francesco Pifferi – “ si aprirà con due conferenze proprio presso la Sala Consiliare dell’Unione Comuni Garfagnana:  giovedì 14 maggio  ore 17,00, “ La prima guerra mondiale nel Cinema – IL  FRONTE”, con proiezione di spezzoni di film a cura di Pier Dario Marzi dell’Associazione Cineforum Ezechiele 25,17 di Lucca e giovedì 21 maggio ore 17,00 “ La prima guerra mondiale nel Cinema – LA SOCIETÀ ”: con proiezione di spezzoni di film a cura di Marco Vanelli  sempre dell’Associazione Cineforum Ezechiele 25,17 di Lucca”.

Sabato 23 maggio  ore 21,00 sarà poi la volta presso il Cinema Eden a Castelnuovo Garfagnana della proiezione ad ingresso gratuito del film “Torneranno i prati” di Ermanno Olmi. Sarà presente Betta Olmi, figlia del regista. Siamo sul fronte Nord-Est, dopo gli ultimi sanguinosi scontri del 1917 sugli Altipiani. Il racconto si svolge nel tempo di una sola nottata. Gli accadimenti si susseguono sempre imprevedibili: a volte sono lunghe attese dove la paura ti fa contare, attimo dopo attimo, fino al momento che toccherà anche a te. Tanto che la pace della montagna diventa un luogo dove si muore.

Infine sabato 30 maggio ore 21,00 da non perdere sempre presso il Cinema Eden di Castelnuovo di Garfagnana la proiezione ad ingresso gratuito del film Fango e gloria di Leonardo Tiberi. Sarà presente il regista. Il film, realizzato in occasione del Centenario della I Guerra Mondiale e dei 90 anni dell’Archivio Storico Luce, narra le vicende dei milioni di giovani coinvolti in quel tragico evento, utilizzando come simbolo proprio colui che sarà prescelto per rappresentare l’enorme schiera dei caduti anonimi: il Milite Ignoto. In particolare è la storia di Mario, dei suoi amici e della sua fidanzata. Ragazzi qualunque della piccola borghesia di provincia, entusiasti e pieni di progetti per un futuro che a molti di loro verrà negato. “Fango e Gloria”, oltre a contenere una parte di fiction si avvale di materiali di repertorio dell’Archivio Storico Luce, sottoposti a procedimenti di colorazione e di sonorizzazione per renderne la fruizione ancora più suggestiva e inedita.

 

Please follow and like us: