Unione Comuni Garfagnana

Il sito ufficiale

Unione Comuni Garfagnana: professionalizzazione e formazione unitaria dei dipendenti

Al via l’applicazione della nuova normativa su armonizzazione finanziaria e strumenti di programmazione

nelle Pubbliche Amministrazioni

Dal 1° gennaio 2015 entrerà in vigore il bilancio armonizzato, mentre dal 31 marzo 2015 tutte le Pubbliche Amministrazioni dovranno accettare e registrare solo fatture elettroniche.I principi su cui si basa il Decreto Legislativo (126/2014) riguardano l’applicazione di norne che garantiranno il consolidamento e la trasparenza dei conti pubblici secondo le direttive dell’Unione Europea e l’adozione di sistemi informativi omogenei ed interoperabili. In particolare si tratterà di considerare i fenomeni contabili sotto il triplice profilo finanziario, patrimoniale ed economico con integrazione della contabilità finanziaria, armonizzare i sistemi contabili per rendere più stringente il coordinamento della finanza pubblica, migliorare la programmazione degli investimenti e la consapevolezza di quanto connesso alla realizzazione delle opere. Nonostante risalga a quasi due anni, e sia stato seguito dal faticoso avvio di un periodo di sperimentazione, le novità in tema di principi, schemi e criteri risultano poco conosciute e di difficile applicazione.

In questo contesto, in applicazione del decreto, si è adoperata l’Unione Comuni Garfagnana, da tempo impegnata allo sviluppo ed implementazione di importanti azioni per il territorio come il processo di professionalizzazione e formazione unitaria dei dipendenti, volto a migliorare il livello di qualificazione e di sviluppo professionale delle persone che lavorano sotto vari profili nelle pubbliche amministrazioni, assicurando capacità competitiva ed, in particolare, adattabilità ai cambiamenti tecnologici e organizzativi.

Dal 27 ottobre infatti ha preso avvio la fase di start up per un percorso formativo unitario circa queste tematiche, l’armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di Bilancio per procedere ad uniformare il linguaggio informatico dei Comuni e dell’Unione e le principali conseguenze sugli strumenti di programmazione. L’attività formativa, alla quale ha aderito anche l’Unione Comuni Media Valle del Serchio,  si rivolge non solo al personale dell’Unione e dei Comuni componenti, ma anche ai Dirigenti e Amministratori che dovranno prendere coscienza della nuova normativa per una corretta gestione finanziaria e contabile degli Enti.

Paolo Fantoni, Presidente dell’Unione Comuni Garfagnana, evidenzia l’importanza della formazione professionale, in un momento particolare dovuto a procedure così complesse e alla continua razionalizzazione delle risorse, per cui si necessita attuare sinergie gestionali finalizzate alla massima efficacia delle azioni amministrative e mantenere la qualità dei servizi.

“Le “mie” chiese di Molazzana” di Aldo Bertozzi, il nuovo volume della Banca dell’Identità e della Memoria per leggere in modo diverso l’eredità cristiana in Garfagnana

Presentazione Venerdì 24 ottobre presso il teatrino di Sassi, Molazzana

Immagine1

La Collana Editoriale della Banca dell’Identità e della Memoria dell’Unione Comuni Garfagnana torna a raccogliere un nuovo contributo per la conservazione del patrimonio locale. Venerdì 24 ottobre 2014 alle ore 21,00 presso il teatrino di Sassi si terrà la presentazione del volume della Collana Radici – Comuni e Comunità della Banca dell’Identità e Memoria della Garfagnana – Le “mie” Chiese di Molazzana – di Aldo Bertozzi.

Terza pubblicazione della sezione ‘Chiese Aperte’, si tratta di un percorso maturato dal prendere coscienza di quanto la Garfagnana sia una terra segnata dalla presenza cristiana che si è espressa in due millenni di storia, anche attraverso le arti e l’architettura religiosa, nella consapevolezza di aver ricevuto dal passato un’eredità di chiese, pievi, santuari, eremi che fanno parte dell’identità del territorio, autentici tesori che si distinguono oltre che per le ragioni storico-artistiche anche per la fede e la spiritualità caratteristiche di questi luoghi, che esprimono un’originalità saliente che va coltivata, recuperata, promossa.

“Partendo da questo patrimonio di cui siamo custodi intendiamo dar vita ad un “progetto culturale” per far conoscere al turista, al pellegrino e anche al residente un bene dove la fede ha dato forma alla bellezza negli aspetti più diversi, che si è espressa nell’architettura, negli arredi e nelle opere artistiche che ogni comunità ha voluto per i propri luoghi di culto” – afferma il Presidente dell’Unione Comuni Garfagnana Paolo Fantoni -  “Tante sono infatti le testimonianze che raccontano un passato fecondo, sono manifestazione della cultura e dell’identità di questo territorio che attraverso questa Collana Editoriale vogliamo valorizzare e far conoscere, soprattutto per le generazioni future.”

In questo volume l’autore, Aldo Bertozzi, prosegue, per le chiese del Comune di Molazzana, il suo lavoro di attento osservatore e di ricercatore di dati e informazioni che permette di leggere in modo diverso le nostre chiese, con più attenzione, dando un nome ai santi dei quadri e delle stature, descrivendo arredi sacri, materiali, stili senza tralasciare vicende storiche e racconti ad esse legati.

La presentazione si terrà alla presenza del Sindaco di Molazzana Rino Simonetti, del Sindaco di Villa Collemandina Dorino Tamagnini per la Giunta dell’Unione Comuni Garfagnana, con la presentazione a cura di Fra’ Benedetto Mathieu e l’intervento dell’autore Aldo Bertozzi. Tra un intervento e l’altro si terranno intermezzi musicali del Prof. Carlo Failli, clarinettista, e della Prof.ssa Kaori Imamura, soprano.

L’evento, che si inserisce nell’ambito del progetto dell’Unione Comuni “Chiese Aperte” per conoscere, valorizzare e promuovere la Garfagnana, rientra nelle attività programmate che si svolgeranno nel corso del 2014 e 2015 per celebrare il decennale della Banca dell’Identità e della Memoria.

 

Unione Comuni Garfagnana e Confederazioni sindacali stipulano un patto anticrisi:

Diffusione della cultura della legalità, lotta all’evasione ed elusione fiscale e agevolazioni tributarie

alle fasce disagiate 

L’Unione Comuni Garfagnana partecipa alla diffusione della cultura della legalità nel nostro territorio e, in sinergia con lo sforzo fatto dallo Stato e dalla Regione Toscana, supporta attività orientate a fornire ai Comuni occasioni divulgative e informative, iniziative di approfondimento in collaborazione con gli enti protagonisti.

Con questo obiettivo la Giunta dell’Unione Comuni Garfagnana, dopo un confronto con le Confederazioni Sindacali CGIL, CISL, UIL, SPI-FNP-UILP sulla situazione economica, sociale ed occupazionale del territorio in relazione alla politica sociosanitaria, impositiva e tariffaria dei Comuni facenti parte dell’Unione, ha approvato un’intesa sul tema con particolare attenzione ai bisogni emergenti ed alle fasce più disagiate (anziani, giovani, donne, handicap, ecc.). Lo scopo è quello di porre le basi per una collaborazione fattiva con gli altri enti presenti sul territorio al fine di contrastare fenomeni di evasione o elusione fiscale. Si è così convenuto di aprire un tavolo di concertazione nei singoli comuni e predisporre azioni rivolte al contrasto e alla lotta all’evasione e all’elusione fiscale, tariffaria e contributiva, mettendo nelle mani degli addetti ai lavori ma anche dei contribuenti gli strumenti conoscitivi necessari. A tal fine l’Unione Comuni Garfagnana, che già a partire dal 2013 ha aderito al progetto “TOSCA-Fiscalità locale Toscana” acquisendo la strumentazione necessaria che oggi consente di visualizzare per ciascun contribuente le informazioni presenti nella varie banche dati riguardanti fabbricati, redditi ecc., ha formato il personale a tale attività impegna annualmente le risorse recuperate dalla lotta all’evasione ed elusione fiscale per contenere il livello di tassazione locale e potenziare il cosiddetto “fondo anticrisi” delle rispettive amministrazioni locali.

Dal 2014 ha inoltre messo a disposizione dei Comuni la strumentazione che consente agli stessi di operare i necessari accertamenti ed effettuare un corretto incrocio delle banche dati in possesso per rendere più capillare il controllo di evasione fiscale e contributiva la funzione di gestione e riscossione dei contributi. In questo modo le risorse che saranno recuperate saranno prioritariamente impegnate nel contenere il livello della tassazione locale (tasi, tari, addizionale comunale, ecc.) in favore di una maggiore equità sociale, prevedendo progressività nella tassazione ed esenzioni/agevolazioni per le fasce più deboli per quanto riguarda lavoratori dipendenti e pensionati.

Le parti coinvolte, in considerazione della grave crisi economica che sta producendo effetti pesanti anche sul nostro territorio con riduzioni di personale ed il ricorso agli ammortizzatori sociali, hanno ritenuto necessario, anche per il 2015, proseguire le politiche di intervento a sostegno dei redditi dei lavoratori coinvolti in tali processi, prevedendo agevolazioni dal pagamento della Tari, delle rette dei servizi scolastici per quelle famiglie il cui capofamiglia sia coinvolto in processi di sospensione dal lavoro e/o licenziamento, disoccupato da oltre un mese, previa presentazione di certificazione attestante tale condizione, e nuclei familiari con reddito inferiore per l’anno in corso a 26000 euro (IRPEF). Le amministrazioni si impegneranno a stanziare nei propri bilanci un fondo per finanziare queste misure anticrisi e ad effettuare un periodico monitoraggio del funzionamento del sistema di agevolazione.

Unione Comuni Garfagnana: un workshop per la competitività e coesione della Garfagnana attraverso il turismo d’innovazione e la programmazione comunitaria 2014-2020 Lunedì 20 ottobre 2014 ore 10,00 presso la Fortezza di Mont’Alfonso di Castelnuovo di Garfagnana

Lunedì 20 ottobre 2014 ore 10,00 presso la Fortezza di Mont’Alfonso di Castelnuovo di Garfagnana si terrà il workshop dal titolo “Il turismo quale veicolo d’innovazione, competitività e coesione della Garfagnana: la programmazione comunitaria 2014-2020”. L’iniziativa, organizzata congiuntamente dall’Unione Comuni Garfagnana, Comune di Castelnuovo di Garfagnana e dal Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Pisa, con il patrocinio della Provincia di Lucca, è inserita all’interno delle attività previste da “Fabrica Europa”, progetto europeo finanziato dal Programma di cooperazione trasfrontaliera Italia-Francia “Marittimo” che ha l’obiettivo di assistere lo sviluppo economico e la coesione sociale delle “aree periferiche” della Toscana, della Liguria, della Sardegna e della Corsica. L’obiettivo dell’iniziativa è di presentare gli strumenti per promuovere la conoscenza delle future opportunità di cofinanziamento offerte dalla programmazione dell’Unione Europea per il periodo 2014 – 2020 volte a supportare enti locali ed associazioni al fine di promuovere lo sviluppo socio economico del territorio.

Sarà poi l’occasione per parlare della candidatura della Garfagnana ad area sperimentale per la realizzazione di progetti di territorio secondo la “strategia nazionale per lo sviluppo delle aree interne del Paese”, nell’ambito dei Fondi Strutturali Ue 2014-2020. Il progetto, di cui l’Unione Comuni Garfagnana è capofila, coinvolge anche il territorio della Lunigiana, della Media Valle del Serchio e dell’Appennino Pistoiese, tra cui comuni non facenti parte delle Unioni, nonché numerosi altri soggetti pubblici e privati interessati e sottoscrittori della candidatura, con l’obiettivo di offrire le opportunità per un vantaggio competitivo alle imprese, il riassetto e la nuova pianificazione con riqualificazione dei servizi al cittadino, al fine di porre le basi del rilancio economico e sociale di quest’area strategica per l’intera Toscana.

Il Presidente dell’Unione Comuni Garfagnana Paolo Fantoni esprime la propria soddisfazione per l’iniziativa ed invita tutti gli interessati a partecipare ai lavori del workshop.

Programma:

Ore 09.30 –     Registrazione dei partecipanti

Ore 10.00 –     Presentazione e contestualizzazione del workshop:

Andrea Tagliasacchi, Comune di Castelnuovo di Garfagnana

                        Paolo Fantoni, Unione Comuni Garfagnana

                        Maurizio Vernassa, Università di Pisa

Ore 10.45 –      Il turismo quale veicolo d’innovazione, competitività e coesione della Garfagnana: la programmazione comunitaria 2014-2020 (a cura del CESGI – Centro Studi per la Governance dell’Innovazione)

Ore 11.15 –      La valorizzazione del turismo in Garfagnana: buone pratiche, sfide e opportunità di sviluppo (a cura di Innolabs e Net7)

Ore 12.15 –      Aree Interne – candidatura della Garfagnana a progetto pilota.

Ore 12.30 –      Dibattito

Ore 13.00 –      Buffet


Unione Comuni Garfagnana
Via Vittorio Emanuele, 9
55032 Castelnuovo Garfagnana
Lucca
Tel. +39 0583 644911
Fax. +39 0583 644901
Email. scrivici
C.Fisc./P.IVA. 02261240465
PEC. scrivici

Eventi

ottobre: 2014
L M M G V S D
« set    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031