Unione Comuni Garfagnana

Il sito ufficiale

Unione Comuni Garfagnana: Saisi passa il testimone a Paolo Fantoni

20140811_192050

Nel momento in cui lascio la presidenza provvisoria dell’Unione Comuni Garfagnana, in quanto Sindaco del comune più popoloso dell’Ente, desidero esprimere un sentito ringraziamento ai colleghi sindaci per la collaborazione ricevuta, ai componenti del Consiglio dell’Unione e alla struttura amministrativa. In questo periodo abbiamo avviato alcuni importanti percorsi strategici per il futuro della Garfagnana, in particolare il lancio dell’accordo con i territori contermini per la presentazione di un progetto sperimentale sulla strategia delle aree interne, al fine di sviluppare iniziative in grado di superare le difficoltà nell’erogazione dei servizi e mitigare i fattori di debolezza strutturale e perifericità. Nelle prossime settimane dovranno essere definite le linee progettuali da presentare alla Regione Toscana. Nella Giunta dell’11 agosto sono state definite le procedure per l’adesione dei Comuni di Castelnuovo di Garfagnana e Fabbriche di Vergemoli con l’approvazione della modifica statutaria che ora dovrà passare dai consigli comunali dei comuni che ne hanno fatto richiesta e dal Consiglio dell’Unione. Si apre per la Garfagnana una nuova stagioni che vedrà le amministrazioni comunali impegnate nella elaborazione di progetti integrati e di sviluppo e di gestione associata di funzioni e servizi comunali che dovranno essere impostati in una logica di modernizzazione e al tempo stesso di razionalizzazione dei costi e distribuzione sul territorio. Desidero formulare a Paolo Fantoni i migliori auguri di un mandato amministrativo importante, con l’augurio di realizzare una politica di sintesi che al tempo stesso sappia valorizzare ed esaltare le tante specificità e potenzialità che il nostro territorio offre.

Prende avvio il nuovo mandato amministrativo: Paolo Fantoni è il nuovo presidente dell’Unione Comuni Garfagnana

Paolo Fantoni

 

 

Paolo Fantoni, trentasette anni, è il nuovo presidente dell’Unione Comuni Garfagnana, eletto – con    voti favorevoli 26 e astenuti 6 – dai Sindaci e Consiglieri che rappresentano i Comuni della Garfagnana aderenti all’Unione.

Sindaco di Piazza al Serchio dal 2006 (all’epoca il più giovane Sindaco della Toscana) è stato confermato per il secondo mandato nel 2011 alla guida di una lista civica di centrosinistra. Sposato con una figlia, risiede dalla nascita a Piazza al Serchio. Diplomato con 60/60 all’Istituto tecnico per geometri è laureato con lode in Scienze Politiche presso l’Università di Pisa. La sua attività amministrativa inizia nel 2001 quando entra in Consiglio Comunale, dal 2004 ricopre la carica di Assessore alla Protezione Civile, Politiche educative e sociali, Usi civici presso la Comunità Montana della Garfagnana, dal 2009 ha ricoperto la delega all’agricoltura, membro del Consiglio dell’UNCEM Toscana fino ad essere Vicepresidente dell’Unione Comuni Garfagnana dove ha seguito importanti deleghe nel campo dello sviluppo economico e Polizia Locale.

Il primo cittadino di Piazza al Serchio succede ora nella guida a Mario Puppa, primo Presidente del nuovo Ente, e alla gestione transitoria da parte del Sindaco di Gallicano David Saisi a seguito del rinnovo dei consigli comunali e dei sindaci. Il nominativo di Fantoni scaturisce da una larga intesa che trova nella sua persona esperienza nelle istituzioni e una figura che riesce a sintetizzare le esigenze del momento in una non facile fase di transizione verso nuove politiche di sviluppo dell’area e gestione dei servizi.

Subito dopo l’elezione, Fantoni, ringraziando per la fiducia accordata, ha dichiarato di accettare questo nuovo e delicato incarico nella consapevolezza che le difficoltà del momento devono trovare i Sindaci impegnati in prima persona per affrontare le scottanti tematiche del momento e dare puntuali risposte in termini di occupazione, politiche di sviluppo sociale, culturale ed economico, con particolare attenzione alla tutela idrogeologica del territorio. Ha infine concluso ribadendo la passione a lavorare per sviluppo della Garfagnana anche in questo nuovo incarico con una visione allargata del territorio, tenendo conto delle specificità in un disegno complessivo di condivisione di obiettivi e programmi, che trova nuovi spazi ed opportunità con  l’ingresso nell’Unione del Comune di Castelnuovo di Garfagnana, storicamente punto di riferimento della valle e del nuovo Comune di Fabbriche di Vergemoli.

 

 

 

Si insedia il nuovo Consiglio: con l’adesione dei comuni di Castelnuovo e Fabbriche di Vergemoli si estende e rafforza l’Unione Comuni Garfagnana

Con la nomina dei rappresentanti dei Comuni si insedia il Consiglio dell’Unione Comuni Garfagnana. Per il momento il nuovo “parlamento” della Garfagnana risulta composto, per ciascuna amministrazione, dal Sindaco, da un consigliere di maggioranza e uno di minoranza ad eccezione dei Comuni di San Romano in Garfagnana, Camporgiano e Minucciano che non esprimono rappresentanti di minoranza in quanto alle ultime elezioni ha concorso una sola lista. Ecco i loro nomi:

Per il comune di Camporgiano Pifferi Francesco, Comparini Gastone; per il comune di Careggine Puppa Mario, Vecchi Pietro, Contadini Corrado Graziano; per il comune di Castiglione di Garf.na Gaspari Daniele, Tamagnini Roberto, Giannotti Renzo; per il comune di Fosciandora Lunardi Moreno, Donati Giampaolo, Pierotti Francesco; per il comune di Gallicano Saisi David, Barbi Lara, Adami Maria Stella; per il comune di Giuncugnano Gregori Giovanni, Poletti Antonio, Giovannoni Armando; per il comune di Minucciano Poli Nicola, Bertagni Elena; per il comune di Molazzana Simonetti Rino, Carli Giuseppe, Benelli Adenaco; per il comune di Piazza al Serchio Fantoni Paolo, Pedri Gabriele, Pierami Lia; per il comune di Pieve Fosciana Angelini Francesco, Bertolini Angelo, Turriani Mario; per il comune di San Romano in Garf.na Mariani Pier Romano, Merlini Fabio; per il comune di Sillano Pagani Roberto, Pellegrinotti Nicola, Coli Gino; per il comune di Villa Collemandina Tamagnini Dorino, Chesi Graziano, Nelli Maria Teresa.

Lunedì 11 agosto p.v., David Saisi Presidente provvisorio dell’Unione in quanto Sindaco di Gallicano, comune più popoloso facente parte, ha convocato la riunione della Giunta e i Sindaci dei Comuni di Castelnuovo di Garfagnana e Fabbriche di Vergemoli per l’avvio delle procedure di modifica dello Statuto. Successivamente si terrà il Consiglio per l’elezione del Presidente che dovrà essere un Sindaco eletto a maggioranza assoluta dal Consiglio con votazione espressa per appello nominale.

L’Unione, come disposto dalla legge regionale, gestisce attualmente le deleghe in materia di agricoltura e forestazione anche nel territorio dei due Comuni che presto entreranno a pieno titolo nell’Ente. Relativamente al nuovo Comune di Fabbriche di Vergemoli, composto dall’ex Comune di Vergemoli già facente parte dell’Unione, si aggiunge il territorio dell’ex Comune di Fabbriche di Vallico che risultava inserito nell’Unione Comuni Media Valle del Serchio ma che in passato aderiva al Consiglio di Valle e successivamente alla Comunità Montana Garfagnana. Il Comune di Castelnuovo di Garfagnana  rappresenta un punto di riferimento della valle con la propria posizione geografica e strategica. Questo nuovo assetto consente di valorizzare la crescita e lo sviluppo delle popolazioni dei vari Comuni e l’esercizio di politiche integrate di sviluppo, nel rispetto della vocazione e delle potenzialità dei territori, elemento che rappresenta, oggi più che in passato, uno strumento indispensabile per attrarre nell’area risorse ed investimenti poiché solo un forte ed unitario ruolo istituzionale dell’area può consentire di elevare la forza contrattuale della Garfagnana rispetto ai livelli politici e amministrativi sovraordinati e conservare sul territorio uffici altrimenti destinati ad un accentramento provinciale come Giudice di Pace,  Sportello Camera di Commercio, Catasto, ecc.

Le piccole meraviglie nascoste del giardino botanico “Pania di Corfino”

Domenica 3 agosto Giornata a tema con escursione e laboratorio su “le Erbe nella Tradizione Garfagnina”

 OB 06-07-08 B

Nel cuore del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano e del Parco Naturale
dell’Orecchiella, di fronte allo stupendo scenario delle Alpi Apuane, si apre come una magnifica terrazza sulla valle della Garfagnana il Giardino Botanico gestito dall’Unione Comuni Garfagnana. Sorto nel 1984, su iniziativa dell’allora Comunità Montana della Garfagnana, oggi Unione Comuni, con il fine di documentare e preservare le specie vegetali del territorio, il giardino è meta ogni anno di gruppi e scolaresche, studiosi, appassionati e turisti che desiderano scoprire e approfondire la conoscenza del prezioso patrimonio di fiori e piante che caratterizzano il paesaggio vegetale della Garfagnana.

Domenica 3 agosto l’appuntamento è con “Le erbe nella tradizione garfagnina”, una giornata a tema con escursione e laboratorio alla scoperta delle piccole meraviglie nascoste del giardino botanico. Ritrovo ore 9,30 presso il piazzale del Centro Visitatori dell’Orecchiella, trasferimento in auto al Rifugio Isera e partenza per breve e facile escursione alla ricerca delle erbe di utilizzo alimentare e curativo. L’escursione raggiungerà il Giardino Botanico “Maria Ansaldi”  Pania di Corfino dove, oltre allo storico hortus sanitatis,  da alcuni anni è stata allestito un’orto fitoalimurgico in cui sono raccolte alcune erbe spontanee  di tradizionale utilizzo domestico. Pranzo al sacco (non fornito). Nel pomeriggio laboratorio all’aperto nei pressi del Giardino Botanico con utilizzo delle erbe raccolte. L’escursione ed il laboratorio saranno curate dal Prof. Andrea Pieroni, Professore Associato di Scienze della Biodiversità Alimentare, Etnobotanica ed Etnobiologia – Università di Scienze Gastronomiche -Pollenzo/Bra- La partecipazione all’iniziativa è gratuita. In caso di maltempo l’escursione verrà limitata all’area del Giardino Botanico ed il laboratorio verrà effettuato al coperto. Per informazioni e prenotazioni:

  • Centro Coordinamento Turismo Rurale di Castelnuovo di Garfagnana 0583/65169
  • Biglietteria Centro Visitatori Orecchiella 0583/619098

La visita al Giardino Botanico consente molto più dell’osservazione delle numerose specie vegetali presentirsi tratta di una vera e propria escursione naturalistica negli ecosistemi di bosco, pascolo, brughiera e torbiera, nei macereti e sulle rupi, lungo i numerosi stradelli, costruiti in pietra locale dal caratteristico colore rosso, che si snodano al suo interno lungo i diversi settori nei quali il giardino è suddiviso. I due piccoli musei, realizzati nell’area antistante l’ingresso, accolgono una ricca esposizione di frutti, semi e campioni lignei delle specie forestali del territorio, reperti zoologici e geologici, una ricostruzione dell’ambiente delle grotte, della cerreta, della faggeta e delle rupi, con raffigurata la fauna ivi presente. La struttura nel corso degli anni è diventata un centro di ricerche e di interesse universitario, stante la particolarità della conformazione territoriale e la varietà delle specie vegetali presenti. Nel corso degli anni il centro è stato oggetto di interventi di valorizzazione e implementazione, per ripristinare e mantenere intatti gli equilibri naturali alla base dei diversi ambienti floristici rappresentati e per una maggior fruibilità e^nche in vista dell’apertura estiva 2014, sono stati effettuati interventi significativi per l’ottimizzazione degli spazi in funzione didattica, con la valorizzazione dei giardini per singole essenze floristiche.

Per apprezzarne il valore non è necessario essere esperti di botanica, anzi, anche i più giovani troveranno interesse di fronte allo spettacolo che la natura regala con i colori brillanti di fiori e farfalle. Entrare nel Giardino è un po’ come entrare in una dimensione nuova, in un mondo sconosciuto che pure ti appartiene. E’ il mondo delle piccole meraviglie nascoste nella natura che ti circonda, che qui escono ai tuoi occhi e attirano i tuoi sensi. E’ respirare i colori e scoprire le forme, non con la scientifica passione del profondo conoscitore, ma con la meraviglia e lo stupore di un bambino.

Il Giardino Botanico “Pania di Corfino” in località Isera, è sempre accessibile percorrendo un’agevole e piacevole sentiero nella faggeta. Nei mesi estivi da Luglio a Settembre sono aperti tutti gli spazi espositivi ed è attivo il servizio di visita guidata, con il seguente orario: dalle ore 9.00 alle ore 18.30. In questo periodo è raggiungibile altresì con l’automobile. Possono essere organizzate tutto Tanno su prenotazione visite guidate di gruppo, per comitive e scuole, contattando l’Unione Comuni Garfagnana -Tel. 0583 644911 -Fax. 0583 644901 – Email: fabiana.fiorani@ucgarfagnana.lu.it

 


Unione Comuni Garfagnana
Via Vittorio Emanuele, 9
55032 Castelnuovo Garfagnana
Lucca
Tel. +39 0583 644911
Fax. +39 0583 644901
Email. scrivici
C.Fisc./P.IVA. 02261240465
PEC. scrivici

Eventi

agosto: 2014
L M M G V S D
« lug    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031