Unione Comuni Garfagnana

Il sito ufficiale

“Un garfagnino alla corte dell’imperatore” di Italo Pierotti, il nuovo volume della Banca dell’Identità e della Memoria

Presentazione Domenica 26 giugno – Chiesa di Trassilico, Comune di Gallicano

pierelli

            (Unione Comuni Garfagnana, 24/06/2016) – La Collana Editoriale della Banca dell’Identità e della Memoria dell’Unione Comuni Garfagnana torna araccogliere un nuovo contributo per la conservazione del patrimonio locale. Domenica 26 giugno alle ore 16,30 presso la Chiesa di Trassilico nel Comune di Gallicano si terrà la presentazione del volume della Collana Radici – Comuni e Comunità della Banca dell’Identità e Memoria della Garfagnana – “Un garfagnino alla corte dell’imperatore. L’Abate Giovanni Pierelli” di Italo Pierotti.

            Quante volte in una via o in una piazza leggiamo lapidi intitolate a personaggi che non conosciamo, non sappiamo quale sia stato il loro contributo culturale, civile e umano che la comunità, a un certo punto della storia, ha voluto così ricordarli. Il tempo spesso cancella la memoria di avvenimenti e di uomini che pure sono stati importanti, e solo la passione di studiosi sensibili e impegnati nella ricerca delle radici del proprio territorio può riportare alla luce le loro vite. Questa attitudine ha senz’altro spinto Italo Pierotti a voler sapere di più di Giovanni Pierelli, il cui nome leggeva fin da bambino su una lapide del suo paese, a Trassilico; un’iscrizione che lo accumunava ad altri personaggi illustri del posto come Antonio Vallisneri e Leopoldo Nobili, ma di cui si erano perse le tracce. La ricerca è stata fruttuosa e ha messo in luce l’importanza di questo personaggio nato a Trassisilico intorno al 1630, un uomo di grande ingegno con una cultura vasta e multiforme, autore di molte opere letterarie, ricco di fantasia e dotato di spirito d’avventura. Doti che lo fecero apprezzare nel mondo tanto da diventare segretario di uno dei personaggi più importanti dell’epoca, Raimondo Montecuccoli, valoroso condottiero e letterato, protagonista dell’Europa del Seicento.

            “È quindi con piacere che è stata accolta la proposta di Italo Pierotti” – afferma Andrea Tagliasacchi, Presidente ad interim dell’Unione Comuni Garfagnana –  “a cui va il nostro ringraziamento, di pubblicare nella Collana Editoriale della Banca dell’Identità e della Memoria della Garfagnana la storia di questo garfagnino illustre e la descrizione delle sue opere letterarie, in particolare il poema epico Vienna Difesa, che viene riportato in prosa, dedicato alla grande battaglia svoltasi in tale luogo fra cristiani e turchi. La paziente e appassionata ricerca di Italo Pierotti arricchisce di u nuovo importante contributo la Banca della Memoria impegnata da oltre dieci anni nella ricerca e nella salvaguardia della storia, della cultura e delle tradizioni del territorio.”

L’appuntamento è quindi per domenica 26 con la presentazione dell’opera, in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e l’Istituto Storico Lucchese, a cura dello stesso autore, alla presenza del Sindaco di Gallicano David Saisi e del Presidente dell’Unione Andrea Tagliasacchi.

A seguire la “Terza rassegna di organisti lucchesi in concerto” dedicata a Gian Franco Biancalana, in collaborazione con l’istituto Musicale Diocesano “R. Baralli”, sezioni di Lucca e Viareggio, con la direzione del Maestro Eliseo Sandretti.

Il Sindaco Saisi: “Questo lavoro che rende l’opera dell’Abate Pierelli, quale autore della nostra realtà, alla portata di tutti regalando così la possibilità di leggerla e di riportarla alla luce rappresenta per la nostra comunità un’occasione importante in cui molti potranno ritrovare e altri conoscere un passato della nostra terra che sta scomparendo. Sono tutti invitati a partecipare a questo avvenimento.”

 

 

Direttamente da Buenos Aires…Amores Tangos La Garfagnana apre l’estate con musica e sapori dall’Argentina

Venerdì 1 luglio ore 22.00 Piazza Umberto I – Castelnuovo di Garfagnana

Sabato 2 luglio ore 20.00 loc. Valligori – Villa Collemandina

13400957_10209176911210434_1980086077_n

 

L’unione Comuni Garfagnana – in collaborazione con il Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano,  la Fundacion  Internacional Astor Piazzolla, la Fondazione Paolo Cresci, il Comune di Villa Collemandina e di Castelnuovo di Garfagnana – promuove nei giorni venerdì 1 e sabato 2 luglio 2016  un nuovo grande evento dedicato al Tango in Garfagnana, ospitato dall’International Academy of Music 2016. Alla luce del successo riscontrato nel 2015, con i sold out del Teatro Alfieri di Castelnuovo di Garfagnana in occasione degli spettacoli  “Il Tango di Astor Piazzolla” e “Tango di Ieri e Piazzolla” con cui la Fundacion Astor Piazzolla ha raccontato alla Garfagnana e non solo il genere dalle sue origini ai più celebri brani del Maestro simbolo dell’emigrazione dalla Garfagnana in Argentina, il percorso verso il Garfagnana Tango Festival continua con l’arrivo, direttamente da Buenos Aires, del giovane e prorompente quartetto di Amores Tangos.

Amores Tangos nasce agli inizio del 2008, come un incontro tra musicisti ed amici, che dopo aver suonato in svariate orchestre e palcoscenici di Buenos Aires, hanno deciso di mettere su una propria orchestra. Da allora Jose Teixidó alla chitarra e direzione, Nicolàs Perrone al bandoneòn, Sebastián Noya al contrabbasso e Juan Tarsia al pianoforte si sono esibiti nei teatri, bar, milonghe di tutta l’Argentina e nel mondo, ricevendo ottima accoglienza da parte del pubblico. Nel sound del gruppo si fondono il Tango, la musica latinoamericana, il jazz, la musica balcanica e lo spazio per l’improvvisazione ed il gioco. Il repertorio conta su brani propri e classici, valses, milongas, e canzoni interpretate con uno sguardo libero e contemporanea. Arrangiamenti semplici che mettono in risalto melodie, il gruppo riesce in un suono avvolgente che invita ad ascoltare con attenzione dal primo all’ultimo brano. I concerti di Amores Tangos sono una vera e propria esperienza, in cui si sente la musica che riflette la libertà, la gioia e la malinconia, e un tango che è più vivo ogni giorno.

Il primo appuntamento è dunque venerdì 2 luglio ore 22.00 presso Piazza Umberto I, ingresso gratuito, con il lato più festoso del tango e suoi ritmi recuperati dalle più antiche tradizioni e orchestre argentine e musiche di Astor Piazzolla, uno spettacolo musicale con esibizione di ballo di Nani & Leo e il coinvolgimento della Scuola Civica di Musica di Castelnuovo di Garfagnana, con la partecipazione di Riccardo Grandini (voce) e gli archi del Festival.

 “Lo stretto legame instaurato con la Fundacion  Astor Piazzolla e la realtà marplatense attraverso i progetti Banca dell’Identità e della Memoria, ParcoAppennino nel Mondo, Orizzonti Circolari e SCORE” – afferma il Presidente pro tempore e Sindaco del Comune di Castelnuovo Andrea Tagliasacchi – “ha consentito lo sviluppo di un percorso di valorizzazione e internazionalizzazione che vede protagonista, a partire dal borgo di Massa Sassorosso, paese di origine dei nonni materni del grande Maestro Astor Piazzolla, l’intera Garfagnana. Il passaggio in Europa del Quartetto argentino Amores Tangos costituisce l’occasione per dare a questa manifestazione livello e continuità, fatta dall’incontro di due popoli che condividono radici e valori, e compie un nuovo passo verso il Garfagnana Tango Festival rivolgendosi non solo agli appassionati fruitori ed artisti, ma anche a coloro che intendono avvicinarsi alla tradizione argentina con alcune aree di interesse allargate.”

Infatti sabato 2 luglio, per completare l’evento con l’incontro con la tradizione culinaria argentina, sarà la volta di spostare l’attenzione sul Comune di Villa Collemandina, in loc. Valligori, dove i giovani della Proloco di Villa Collemandina, dell’Associazione sportiva Baston Villa e della Casa di Lato di Corfino organizzano per l’occasione “Sapori dall’Argentina – serata di degustazione e Asado” – una giornata campestre con cena all’aperto, grigliata tipica argentina cucinata da veri “Asadores”, con una nuova esibizione di Amores Tangos e dei suoi ballerini, milonga, folklore e molto altro, con il coinvolgimento degli operatori socio economici del territorio per la ricezione locale e fruizione turistica del territorio.

 Il Presidente dell’Unione pro tempore e Sindaco di Castelnuovo Andrea Tagliasacchi, il Presidente del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano Fausto Giovanelli e il Sindaco di Villa Collemandina Dorino Tamagnini esprimono la propria soddisfazione per i risultati e la sinergia raggiunta tra le istituzioni locali in termini di integrazione e sviluppo di nuove strategie di sostenibilità turistica e, stante l’importanza e l’originalità dell’evento, invitano a partecipare e a divulgarlo, in un weekend sicuramente ricco di avvenimenti all’insegna della musica internazionale in Garfagnana.

Info: www.parconelmondo.it – fb Orizzonti Circolari

Per saperne di più su Sapori dall’Argentina: 349.2257432 (Ilaria), 342.8780837 (Christian)

 

Garfagnana: si accende l’estate. Da giugno a settembre oltre 400 eventi nel segno della tradizione, dell’animazione della gastronomia

Pubblicato dall’Unione Comuni Garfagnana il calendario delle manifestazioni 2016

manifestazioni in garfagnana 2016

L’estate 2016 in Garfagnana sarà ricca di eventi: sagre gastronomiche  con i piatti della tradizione locale, solennità religiose, spettacoli teatrali e folcloristici, musica, mostre, incontri con artisti, convegni, sport, tantissime occasioni da vivere in compagnia e in grado di rispondere ai diversi interessi di cittadini e potenziali visitatori.

E  puntuale arriva  il calendario con le manifestazioni,  pubblicato dall’Unione Comuni Garfagnana nella consueta veste della Collana Editoriale della Banca dell’Identità e della Memoria della Garfagnana.

Il calendario  è un biglietto da visita del territorio e della sua vivacità e ospitalità:  giorno per giorno i turisti, italiani e stranieri, e i residenti  avranno la possibilità di scegliere tra i vari eventi che ci accompagneranno durante i prossimi mesi. Tutti i paesi,  dalle più piccole frazioni ai centri più popolosi, in questo periodo si animano riempiendosi di turisti  e di tanti garfagnini che apprezzano i momenti di svago che hanno spesso il sapore di un ritorno alle radici.

La promozione del turismo culturale sostenibile rivesta particolare importanza nell’azione amministrativa dell’Unione Comuni ed è considerato uno strumento per accrescere l’occupazione  e la prosperità economica del territorio. Un territorio ricco di eventi costituisce il presupposto per lo sviluppo del settore che, attraverso la costituzione dell’Osservatorio di Destinazione Turistica, sarà studiato al fine di un esame completo delle varie realtà, finalizzato a promuovere i più opportuni interventi per un turismo sostenibile e competitivo.

 “Il calendario delle manifestazioni – afferma Andrea Tagliasacchi, Presidente pro tempore dell’Unione Comuni Garfagnana – è sicuramente un utile strumento per orientarsi sulle varie possibilità di intrattenimento e animazione che la Garfagnana offre, ed è anche la testimonianza della vitalità del territorio e del dinamismo e dell’impegno  delle tante associazioni locali.  Le numerose manifestazioni  che animano le giornate e le serate estive trovano nel mondo del volontariato e dell’associazionismo, dinamico e attivo, un motore fondamentale che l’Unione sostiene e incentiva”.

Oltre che in forma cartacea le manifestazioni sono pubblicate  sul sito della Banca dell’Identità e della Memoria della Garfagnana all’indirizzo www.garfagnanaidentitaememoria.it e sul portale turistico della Garfagnana www.turismo.garfagnana.eu.

La novità 2016 è rappresentata dalla pagina facebook  SiAmolaGarfagnana, dove giornalmente saranno inseriti gli eventi in programma, integrati con le manifestazioni segnalate dopo la stampa dell’opuscolo.

Il calendario verrà distribuito alle strutture ricettive e messo a disposizione per quanti lo desiderano presso l’Unione Comuni Garfagnana, i Comuni e nei i punti di informazione turistica locali.

“Il Monello, Storia del partigiano Aldo Casotti”, il nuovo volume della Banca dell’Identità e della Memoria

Presentazione Domenica 24 aprile ore 10,00 presso la Sala Pietro Ferri di Gorfigliano

 IL MONELLO_V

            (Unione Comuni Garfagnana, 21/04/2016) – La Resistenza, l’insieme dei movimenti popolari, politici e militari che si opposero al nazifascismo, rappresenta un evento tra i più significativi della nostra storia ed ha posto le basi della Repubblica Italiana e della sua Costituzione, aprendo una stagione di democrazia, di speranza, di rinascita e di libertà. I partigiani, uomini e donne che credevano nella libertà, hanno combattuto ed in molti casi sono stati feriti o hanno perso la vita, per il raggiungimento di questi ideali: erano persone di diversi ceti sociali, diverse idee politiche e religiose, che avevano in comune la volontà di lottare per ottenere in patria la democrazia, il rispetto della libertà individuale e l’uguaglianza. Era gente comune (giovani, anziani, preti, militari), pronta a combattere e a sacrificarsi, che si riunì formando le squadre di partigiani e che, con poche armi, iniziò la lotta di Resistenza per la libertà, organizzando sabotaggi e attentati, assaltando caserme fasciste e tedesche e chi non combatteva era comunque disponibile a collaborare e a sostenere i partigiani nelle loro battaglie.

            Con queste premesse si apre un nuovo contributo per la conservazione della memoria locale che la Collana Editoriale della Banca dell’Identità e della Memoria dell’Unione Comuni Garfagnana torna a raccogliere con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. “Il Monello, Storia del partigiano Aldo Casotti” è però il frutto di un lavoro davvero particolare, condotto dalla classe quinta della Scuola Primaria di Gorfigliano che nel 2015, in occasione del centenario della prima guerra mondiale e dei 70 anni dalla Liberazione, ha affrontato alcune tematiche riguardanti i conflitti mondiali. Gli alunni hanno così avuto modo di conoscere avvenimenti, personaggi, testi, poesie e canzoni di questi anni di guerra. Per quanto riguarda la storia del nostro territorio, è stata approfondita la figura del giovane partigiano Aldo Casotti, il ragazzo al quale è dedicato il monumento davanti alla vecchia scuola. Tante volte hanno letto il suo nome e l’epigrafe a lui dedicata, senza però sapere niente della sua storia. Il lavoro di ricerca realizzato nasce proprio dal desiderio di conoscere e far conoscere, soprattutto ai più giovani, lo spirito di libertà che lo ha animato, fino a sacrificare la vita per la Patria, affinchè tutti possano ricordarlo e tramandarne la memoria.

“Sostenere e promuovere progetti scolastici finalizzati a far conoscere agli studenti la storia, la cultura e le tradizioni del territorio con la loro partecipazione attiva nella ricerca delle proprie radici è uno degli obiettivi che l’Unione Comuni Garfagnana sostiene fortemente” – precisa il Presidente Paolo Fantoni – “Abbiamo accolto quindi volentieri, nella Collana Editoriale della Banca dell’Identità e della Memoria, questo lavoro realizzato dalla scuola Primaria di Gorfigliano; una ricerca approfondita, ricca di documenti e citazioni importanti per far conoscere l’esperienza di un giovane nato a Gorfigliano, eroe della resistenza, esempio di valori e di ideali”. La storia del partigiano Aldo Casotti, giovanissimo e per questo soprannominato il “Monello”, morto per la libertà a soli quindici anni, ha suscitato interesse negli alunni di Gorfigliano che con passione ne hanno ricostruito le vicende, ripercorso i luoghi e le tappe della sua “battaglia”, ritrovato le testimonianze sulle celebrazioni in suo onore. Il lavoro che la scuola ha svolto è particolarmente significativo per la conservazione della memoria dei momenti più tragici della nostra storia e per fare risaltare l’attualità di quei valori che animarono la lotta per la democrazia e la libertà. Un plauso particolare alle insegnanti e alla Amministrazione comunale di Minucciano che hanno accompagnato questo percorso di ricerca con entusiasmo e hanno stimolato la partecipazione attiva degli alunni. Intorno alla figura popolare del Monello si sono inoltre sviluppate azioni coordinate con le famiglie e il territorio, ricerca di monumenti e testimonianze del passato, riflessioni sui “beni comuni” e sul “farsi carico” doveroso dei problemi di una collettività nel rispetto dei diritti di ciascuno. Per celebrare il valore dell’iniziativa, domenica 24 aprile 2016 alle ore 10,00 presso la Sala Pietro Ferri di Gorfigliano si terrà la presentazione del volume inserito nella Collana Radici – Comuni e Comunità della Banca dell’Identità e Memoria della Garfagnana. Il Presidente Fantoni, stante dunque l’originalità invita ad intervenire e rendere questo evento partecipato e condiviso.

Monicelli Cent’anni in Garfagnana – Conferenza didattica su uno degli autori cinematografici più geniali della commedia all’italiana

Venerdì 15 aprile 2016 ore 10,30 presso la sala consiliare dell’Unione Comuni Garfagnana

Locandina conferenza didattica Monicelli

            Mario Monicelli (Roma, 16 maggio 1915 – Roma, 29 novembre 2010) è uno degli autori più prolifici della commedia all’italiana e l’unico ad averne conservato l’eredità anche dopo la fine dell’epoca d’oro del genere. Film come I soliti ignoti, I compagni, Amici Miei e successivamente Parenti Serpenti e Cari Fottutissimi Amici sono parte integrante del patrimonio storico del cinema italiano soprattutto per quello che riguarda il linguaggio visivo.

            Proprio da questo bagaglio di invenzioni e poesia venerdì 15 aprile 2016 ore 10,30 presso la sala consiliare dell’Unione Comuni Garfagnana prenderà spunto l’incontro rivolto agli studenti delle Scuole Medie di Castelnuovo di Garfagnana, un’occasione per approfondire la figura del Maestro, nato a Roma ma viareggino di elezione, attraverso la lettura dei suoi film con presentazione a cura di Michele Galardini.

            L’appuntamento fa parte delle celebrazioni “Monicelli Cent’anni” ideate per il centenario della nascita del regista, realizzate dalla Fondazione Banca del Monte di Lucca e organizzate dall’associazione culturale PromoCinema a Castelnuovo Garfagnana, Viareggio e Lucca.

Si tratta di un evento speciale per l’Unione Comuni Garfagnana, che intende ancora ricordare il regista a un secolo dalla nascita dopo l’ultimo e solenne appuntamento – la proiezione de “I Compagni” –  con il quale la rassegna cinematografica di “Effetto Cinema 2016” ha scelto di chiudere la XIV edizione. L’iniziativa si inserisce a pieno titolo anche nella programmazione annuale dell’Unione Comuni Garfagnana che realizza con continuità e ricadute positive nel mondo della scuola progetti di educazione al linguaggio cinematografico a cui partecipano tutti gli Istituti Scolastici della Garfagnana, con cui annualmente viene pianificato un ampio palinsesto di iniziative e percorsi didattici incentrati sul cinema, offrendo a insegnanti e allievi un supporto didattico culturale e uno spazio di riflessione e approfondimento.


Unione Comuni Garfagnana
Via Vittorio Emanuele, 9
55032 Castelnuovo Garfagnana
Lucca
Tel. +39 0583 644911
Fax. +39 0583 644901
Email. scrivici
C.Fisc./P.IVA. 02261240465
PEC. scrivici

Eventi

giugno: 2016
M T W T F S S
« Apr    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930