Unione Comuni Garfagnana

Il sito ufficiale

Unione Comuni Garfagnana: si è conclusa la due giorni di workshop tra Garfagnana, Lunigiana, Media Valle del Serchio e Appennino Pistoiese nell’ambito della Strategia Nazionale Aree Interne

sdr

Si è tenuto a Castelnuovo di Garfagnana, presso la sede dell’Unione Comuni, la due giorni di workshop con i funzionari del Comitato Tecnico Aree Interne (CTAI) del Dipartimento della Coesione della Presidenza del Consiglio, i funzionari della Regione Toscana e gli stakeholders ed i partner economici e sociali del territorio di Garfagnana, Lunigiana, Media Valle del Serchio e Appennino Pistoiese, avente ad oggetto la promozione del confronto partecipativo tra i diversi livelli istituzionali e privati, a monte della definizione di possibili progetti pilota e dei nuovi programmi operativi nell’ambito della Strategia Nazionale Aree Interne.

I temi oggetto di discussione sono stati l’innovazione tecnologica, la cultura, il turismo, il paesaggio, l’agricoltura, la difesa del suolo, i servizi sanitari, l’istruzione, le infrastrutture viarie e ferroviarie, i servizi di mobilità, tutti trattati nell’ambito di quattro Tavoli generali: salute e sociale, scuola e formazione, mobilità, sviluppo locale.

Dai tavoli sono emersi importanti spunti ed indicazioni di metodo per affinare il lavoro in vista della stesura definitiva del documento preliminare di strategia dell’area che, entro il prossimo mese di febbraio, dovrà essere concluso.

La concertazione con gli stakeholders del nostro territorio ha costituito un decisivo passaggio di arricchimento, per raccogliere tutte le esigenze, le istanze e le richieste che provengono dall’area strategica e che formeranno la base sostanziale su cui verranno impostate le progettualità specifiche su cui insisterà la riserva dei fondi strutturali e la possibilità di stringere attorno a tematiche strategiche accordi di programma con le istituzioni a tutti i livelli: uno strumento che dovrà azionare una serie di meccanismi diffusi, di gestione pubblica e privata, inseriti in un articolato e coordinato sistema di interventi, studiato appositamente in funzione dei risultati attesi, a loro volta preordinati in funzione del superamento delle criticità ambientali complessive.

Il lavoro è molto, ma abbiamo già raggiunto un importante risultato, nel percorso per la creazione di una nuova governance, che sia in grado di coniugare una visione del territorio strategica ed orientata al futuro, in sinergia con i principali vettori di sviluppo dell’area vasta Nord Toscana – Emilia – Liguria.

RINVIO presentazione volume “Le mie chiese di Minucciano”

 A SEGUITO DELL’ABBASSAMENTO DELLE TEMPERATURE E DELLA DIFFUSA INFLUENZA STAGIONALE L’EVENTO –Presentazione volume “LE MIE CHIESE DI MINUCCIANO” previsto Venerdì 6 Gennaio ore 17.30 presso la Parrocchiale di Pieve San Lorenzo, nel Comune di Minucciano è RINVIATO A DATA DA DESTINARSI.

image001

Al via il programma “Incontriamo l’Orlando Furioso in biblioteca Celebrazioni per i 500 anni dalla prima edizione dell’Orlando Furioso

Domenica 8 gennaio ore 17.00 presso la Biblioteca Civica “Domenico Pacchi” di Castelnuovo di Garfagnana il primo appuntamento con la lettura del XXV canto dell’opera a cura di Alessandro Bertolucci

orlando Furioso

La Rete Bibliotecaria Lucchese opera nelle varie biblioteche comunali della provincia con numerose iniziative di cui l’Unione Comuni Garfagnana è capofila per le attività e i progetti di promozione della lettura previsti tra gli interventi del Piano Integrato della Cultura annualmente presentato dalla Provincia alla Regione Toscana per l’accesso ai finanziamenti. Primo fra tutti il Progetto “Nati per leggere”, nato nel 1999 con l’obiettivo di promuovere la lettura ad alta voce nei bambini con varie iniziative rivolte anche ai genitori, ai pediatri e insegnanti.

Per il mondo degli adulti, nel 2016, in occasione della ricorrenza del 500mo anniversario dalla prima edizione dell’Orlando Furioso, peraltro celebrata con varie iniziative, l’Unione ha programmato in varie biblioteche provinciali un ciclo di letture sull’opera che avranno luogo nei primi mesi del 2017 a cura dell’attore Alessandro Bertolucci. L’evento non ha solo l’obiettivo di commemorare la storica data, ma anche quello di portare a conoscenza di un pubblico più ampio, soprattutto giovane, un’opera fondamentale della nostra letteratura. Il primo appuntamento sarà dunque Domenica 8 gennaio ore 17.00 a Castelnuovo di Garfagnana, presso la Biblioteca Civica “Domenico Pacchi” con “Incontriamo l’Orlando Furioso in biblioteca – Celebrazioni per i 500 anni dalla prima edizione dell’Orlando Furioso” e la lettura del XXV canto dell’opera a cura di Alessandro Bertolucci.

Ulteriori informazioni sul programma contattando l’Unione Comuni Garfagnana, email patrizia.pieroni@ucgarfagnana.lu.it – 0583.644908.

 

 

“Le mie Chiese di Minucciano”, il nuovo volume della Banca dell’Identità e della Memoria della Garfagnana che arricchisce la sezione dedicata ai luoghi della fede della Garfagnana

Presentazioni domenica 1 gennaio ore 17.30 presso la sede del CIAF “Pietro Ferri” di Gorfigliano

e

Venerdì 6 Gennaio ore 17.30 presso la Parrocchiale di Pieve San Lorenzo, nel Comune di Minucciano (RINVIATO)

 A SEGUITO DELL’ABBASSAMENTO DELLE TEMPERATURE E DELLA DIFFUSA INFLUENZA STAGIONALE L’EVENTO –Presentazione volume “LE MIE CHIESE DI MINUCCIANO” previsto Venerdì 6 Gennaio ore 17.30 presso la Parrocchiale di Pieve San Lorenzo, nel Comune di Minucciano è RINVIATO A DATA DA DESTINARSI.

image001

(Unione Comuni Garfagnana, 29/12/2016) – La Banca dell’Identità e della Memoria dell’Unione Comuni Garfagnana ha da tempo avviato un “progetto culturale” sull’inestimabile patrimonio architettonico ecclesiastico locale, maturato dalla consapevolezza di quanto la Garfagnana sia una terra segnata dalla presenza cristiana espressa in due millenni di storia, anche attraverso le arti e l’architettura religiosa. Fervente sostenitore del progetto e collaboratore della Collana Editoriale della Banca è l’Avv. Aldo Bertozzi, già autore del Dizionario Garfagnino e di diverse opere sulle chiese della Garfagnana, in cui ha materializzato il suo lavoro di attento osservatore e di ricercatore di dati e informazioni per una lettura diversa delle nostre chiese, ricordando i santi dei quadri e delle statue, descrivendo arredi sacri, materiali, stili, senza tralasciare vicende storiche e racconti ad esse legati.

E l’attività riparte dal territorio di Minucciano, a salutare l’inizio del nuovo anno della Collana ed arricchire la sezione dedicata ai luoghi della fede della Garfagnana sarà un nuovo volume dello stesso autore, “Le mie Chiese di Minucciano”, finalizzato a far conoscere, valorizzare e promuovere proprio il suo patrimonio artistico religioso. Due gli appuntamenti in programma: Domenica 1 gennaio ore 17.30 presso la sede del CIAF “Pietro Ferri” di Gorfigliano e venerdì 6 gennaio ore 17.30 presso la Parrocchiale di Pieve San Lorenzo, nel Comune di Minucciano.

            Il forte sentimento religioso radicato in ognuna delle nostre comunità ha lasciato sul territorio, stratificato nei secoli, un gran numero di testimonianze, piccole e grandi. Ogni borgo, anche il più piccolo, si raccoglie infatti intorno ad un luogo di culto, spesso costruito dai paesani a costo di grandi sacrifici ed impreziosito da opere e arredi sacri, di valenti artisti e artigiani, acquistati con il sudore delle decime o donati dai fedeli, per chiedere una grazia o per un ringraziamento. Così le pievi, le chiese, gli oratori conservano al loro interno statue, argenti, quadri, fonti battesimali, arazzi, che costituiscono un immenso patrimonio culturale e artistico, un vero e proprio “museo diffuso” che arricchisce il territorio e che rappresenta il fulcro vitale attorno al quale pulsano i riti, le feste e, in definitiva, la vita stessa di ogni comunità. Ed il turista che si trovi a percorrere la Garfagnana, può così trovare in questo immenso patrimonio culturale una piacevole e continua sorpresa, fatta di preziose statue lignee medievali, terrecotte robbiane, pregiati fonti battesimali, che fa da pendant alle bellezze ambientali e paesaggistiche della Valle.

            “Le mie Chiese di Minucciano”, rappresenta un ulteriore tassello nell’opera di creazione di una guida complessiva e fondamentale, non solo per quel turista, ma anche per ogni Garfagnino che voglia acquisire consapevolezza piena della ricchezza della sua terra. Il libro ci invita infatti ad un viaggio attraverso gli  splendidi luoghi del Comune di Minucciano, alla scoperta di tanti capolavori, grandi e piccoli:  dalla fantastica pieve romanica di Pieve San Lorenzo, al Santuario della Madonna del Soccorso, luogo di eremitaggio e contemplazione, alla “chiesa vecchia di Gorfigliano”, opera di grande valore storico, artistico e culturale , riportata ad antico splendore negli ultimi anni dopo i gravi danni del terremoto del 1920. “Siamo orgogliosi di questo progetto che altri territori ci “invidiano”– dice il Presidente Nicola Poli – con un’attività di oltre 10 anni e oltre ottanta pubblicazioni, di cui 9 hanno interessato solo il  2016, che la Giunta dell’Unione intende portare avanti e qualificare sempre di più, nella speranza che i libri che ne sono il prodotto diventino un punto di riferimento irrinunciabile per chiunque voglia esaminare e conoscere in profondità le mille sfaccettature di questo nostro territorio. Un plauso all’Autore e alla struttura dell’Ente che cura la Banca dell’Identità e della Memoria dell’Unione Comuni Garfagnana”.

            L’appuntamento è quindi per domenica 1 e giovedì 5 gennaio con la presentazione dell’opera, in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, a cura dell’autore Aldo Bertozzi, alla presenza del Sindaco di Minucciano e Presidente dell’Unione Comuni Garfagnana Nicola Poli, il Vice Sindaco Erminio Monelli e il Parroco Don Alessandro Gianni.

Dal 2 gennaio apre il nuovo Ufficio in gestione associata del Giudice di Pace presso l’Unione Comuni Garfagnana

Poli: Una importante riconquista, presidio di legalità che torna sul nostro territorio a servizio della sua cittadinanza

image poli

A partire dal 2 gennaio 2017 saranno ripristinati in Italia 51 uffici del giudice di pace, già cancellati nel 2012 nell’ambito del riordino della geografia giudiziaria disposto con i decreti legislativi 155 e 156 del 2012.

Tra questi quello di Castelnuovo di Garfagnana. Una buona notizia per la valle che vedrà dunque molto presto operativo il nuovo ufficio presso l’Unione Comuni Garfagnana, gestito in forma associata con personale dipendente dell’Unione e del Comune di Castelnuovo. Era infatti previsto che entro il 30 luglio 2015, gli enti locali interessati, anche consorziati tra loro, potessero richiedere il mantenimento degli uffici del giudice di pace soppressi, anche tramite eventuale accorpamento, facendosi integralmente carico delle spese di funzionamento e di erogazione del servizio giustizia nelle relative sedi, incluso il fabbisogno di personale amministrativo, che gli stessi enti avrebbero dovuto mettere a disposizione degli uffici.

Per il suo mantenimento partì da subito la battaglia dei Sindaci della Garfagnana, consapevoli che, diversamente, la sua soppressione avrebbe costituito un grave danno per i cittadini ed il territorio, la cui possibilità di accesso alla giustizia sarebbe stata molto più difficile. Infatti, il territorio si caratterizza per la presenza di una elevata percentuale di persone anziane e per un collegamento con il fondo della Valle difficoltoso, per caratteristiche orografiche e in relazione alla scarsità dei collegamenti pubblici, ferroviari e su strada, tra l’altro interessati da continui tagli. Peculiarità non solo territoriale ma anche per tipologia dei contenziosi che, si modellano, necessariamente, per consuetudine e prassi, alla realtà socio–economica della Garfagnana,  e che difficilmente avrebbero potuto  trovare idoneo e doveroso approfondimento giuridico, in una sede, quella provinciale, investita di controversie civili e penali di notevole complessità.

I dipendenti individuati, Daniela Suffredini dell’Unione Comuni Garfagnana e Gino Romei del Comune di Castelnuovo di Garfagnana hanno  già compiuto il percorso formativo presso il Ministero della Giustizia e sono pronti alla riapertura dell’ufficio presso la sede dell’Unione Comuni Garfagnana prevista per lunedì 2 gennaio p.v.

“Abbiamo fortemente creduto nella necessità di riportare questo servizio sul territorio e per questo, avendo trovato la fattiva e proficua collaborazione del Presidente del Tribunale di Lucca Dott. Valentino Pezzuti,  ci siamo attivati per trovare rapidamente una soluzione alla logistica e al bisogno di individuare i dipendenti richiesti dal ministero e necessari a soddisfare l’apertura del servizio che metteremo nuovamente a disposizione della cittadinanza.” – afferma con soddisfazione il Presidente dell’Unione Comuni Garfagnana Nicola Poli – “Si tratta di un presidio di legalità che torna sul nostro territorio che mi auguro possa promuovere i futuro nuove opportunità di progresso sociale, civile ed economico delle locali popolazioni.”


Unione Comuni Garfagnana
Via Vittorio Emanuele, 9
55032 Castelnuovo Garfagnana
Lucca
Tel. +39 0583 644911
Fax. +39 0583 644901
Email. scrivici
C.Fisc./P.IVA. 02261240465
PEC. scrivici

Eventi

gennaio: 2017
M T W T F S S
« Dec    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031