Unione Comuni Garfagnana

Il sito ufficiale

Prorogata al 2 maggio la scadenza per la partecipazione al Concorso Immaginazione 2014

Ancora pochi giorni per concorrere alla selezione della miglior documentazione video/fotografica sulla scuola in Garfagnana nel secolo scorso. Anche per quest’anno l’Unione Comuni Garfagnana promuove il Concorso “Immaginazione” rivolto a tutti gli Istituti Comprensivi e Superiori della Garfagnana. L’iniziativa si propone di recuperare, attraverso specifici percorsi didattici, la memoria storica di personaggi ed eventi del nostro territorio, creando altresì una sorta di collante fra la scuola e la Banca dell’Identità e della Memoria dell’Unione Comuni Garfagnana, fra le cui finalità vi è proprio la valorizzazione e la conservazione del nostro patrimonio storico, letterario e culturale: del resto sono proprio le scuole che hanno maggiore facilità nell’entrare in contatto con i soggetti custodi della memoria storica, grazie ai legami di tipo affettivo e familiare, che al tempo stesso possono beneficiare della possibilità di realizzare percorsi pensati come validi strumenti alternativi per l’insegnamento della storia e far diventare la raccolta di documentazione risorsa per tutto il territorio.

Dopo il successo della precedente edizione, il tema scelto per quest’anno è “La scuola in Garfagnana nel secolo scorso” e prevede le due sezioni“ Facciamo un documentario” riservata ai lavori di gruppo e “La foto del nonno” riservata a lavori singoli.

Per partecipare al concorso è necessario inviare entro il 2/05/2014 la scheda di adesione e gli elaborati all’Unione Comuni Garfagnana. La scheda di adesione è reperibile presso l’Unione Comuni Garfagnana, le segreterie degli Istituti scolastici e scaricabile dai siti www.ucgarfagnana.lu.it e www.garfagnanaidentitaememoria.it

Giovedì 24 aprile alle ore 21,00 il secondo incontro a tema sulla storia, la cultura e l’economia della Garfagnana

Al Centro di Aggregazione di Filicaia si parla di Agricoltura in Garfagnana ieri, oggi e domani

Locandina Agricoltura ieri oggi domani

            (Unione Comuni Garfagnana, 17/04/2014) – Si terrà giovedì 24 aprile alle ore 21,00 presso il Centro di Aggregazione di Filicaia,  il secondo appuntamento del ciclo di incontri a tema sulla storia, la cultura e l’economia della Garfagnana organizzato dall’Unione Comuni Garfagnana e il Comune di Camporgiano in collaborazione con l’agenzia formativa Per-Corso di Lucca, la cooperativa sociale La Luce, la cooperativa Nuovi Orizzonti, nell’ambito del “Progetto Radici” cofinanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

            Il tema della serata sarà “Agricoltura in Garfagnana ieri, oggi e domani”: un viaggio nel tempo in  Garfagnana a partire dal dopoguerra, per raccontare come è stata, come è oggi, come sarà domani. Dal vasto repertorio fotografico raccolto da Ivo Poli, grande esperto agricolo locale nonché Presidente dell’Associazione Nazionale Città del Castagno con sede presso l’Unione Comuni Garfagnana, si vedrà come appariva  il territorio settanta anni fa e come si presenta ai giorni nostri; gli animali, la campagna, l’agricoltura, il turismo; partendo dalle criticità e dalle risorse attuali verranno poi delineate le prospettive per lo sviluppo futuro e immaginare la trasformazione il territorio nei prossimi trenta anni.

            In programma fino al 23 maggio 2014, questa iniziativa, a ingresso gratuito e curata dalla Banca dell’Identità e della Memoria della Garfagnana, nasce per offrire momenti di divulgazione culturale e riflessione, creando anche dei momenti di aggregazione nei i piccoli paesi del territorio. I quattro temi che caratterizzeranno gli incontri trovano scelta nell’opportunità di conoscere e approfondire gli argomenti più sentiti e di maggior interesse con la concreta possibilità di comprenderne gli aspetti più profondi grazie alla disponibilità di esperti locali e gli autori dei volumi.

 

.

Parte il ciclo di incontri a tema sulla storia, la cultura e l’economia della Garfagnana

Al Centro di Aggregazione di Filicaia si parla con gli esperti sui temi dei volumi della La Banca dell’Identità e della Memoria 

ciclo incontri

(Unione Comuni Garfagnana, 11/04/2014) – Inizia sabato 12 aprile alle ore 15.30, presso il Centro di Aggregazione di Filicaia,  il primo appuntamento del ciclo di incontri a tema sulla storia, la cultura e l’economia della Garfagnana organizzato dall’Unione Comuni Garfagnana e il Comune di Camporgiano in collaborazione con l’agenzia formativa Per-Corso di Lucca, la cooperativa sociale La Luce, la cooperativa Nuovi Orizzonti, nell’ambito del “Progetto Radici” cofinanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

In programma fino al 23 maggio 2014, questa iniziativa, a ingresso gratuito e curata dalla Banca dell’Identità e della Memoria della Garfagnana, nasce per offrire momenti di divulgazione culturale e riflessione, creando anche dei momenti di aggregazione nei i piccoli paesi del territorio.

I quattro temi che caratterizzeranno gli incontri trovano scelta nell’opportunità di conoscere e approfondire gli argomenti più sentiti e di maggior interesse con la concreta possibilità di comprenderne gli aspetti più profondi grazie alla disponibilità di esperti locali e gli autori dei volumi.

Ecco il calendario degli appuntamenti:

sabato 12 aprile 2014, ore 15,30 – Le vicende degli ebrei internati a Castelnuovo Garfagnana nel contesto della seconda guerra mondiale in Garfagnana. Relatore Oscar Guidi

Giovedì 24 aprile 2014, ore 21,00 – Agricoltura in Garfagnana ieri, oggi e domani. Relatore  Ivo Poli

Venerdì 16 maggio 2014, ore 15,30 – Figure del Risorgimento in Garfagnana. Relatore Pietro Paolo Angelini

Venerdì 23 maggio 2014, ore 15,30 – Alpini di Garfagnana. Strage in Russia 1942/4 3. Relatore Lorenzo Angelini 

Confidando che saranno numerosi gli interessati a vedere e ad approfondire i temi scelti per questo ciclo, il Presidente invita tutti a partecipare e a divulgare l’iniziativa.

 

Unione Comuni Garfagnana: i primi 15 anni della Polizia locale della Garfagnana

Nel 1999 la firma della prima convenzione per il servizio associato che fu un esempio a livello regionale

          foto-pl

Ricorrono in questi giorni i primi quindici anni della costituzione del primo Corpo associato di Polizia Locale in Garfagnana. Era infatti il 10 aprile 1999 quando gli allora Sindaci dei comuni di Camporgiano, Careggine, Castiglione, Pieve Fosciana, San Romano in Garf.na, Vagli Sotto, Villa Collemandina, e in un secondo momento Molazzana, firmarono la prima convenzione – anche a livello regionale – per la gestione associata del servizio di polizia locale, dando vita al Corpo di Polizia Municipale Garfagnana 1, sotto la responsabilità del Comandante Giamberto Mariani Giorgi con sede a Camporgiano. Questa fu già allora una intuizione importante da parte degli amministratori che portò nello stesso anno anche i Comuni di Piazza al Serchio, Minucciano, Sillano e Giuncugnano a costituire il Corpo di Polizia Municipale Alta Garfagnana sotto la responsabilità del Comandante Pierantonio Pierami con sede a Piazza al Serchio. Nel 2003 arrivò il momento della fusione dei due servizi associati che formarono un corpo unico con sede a Camporgiano al quale aderì successivamente anche il Comune di Vergemoli.

Ma bisogna aspettare il 2011 con la trasformazione della Comunità Montana della Garfagnana in Unione di Comuni per vedere intraprendere un nuovo percorso verso la reale centralizzazione ed ottimizzazione del servizio nella valle con l’istituzione dell’Unità Operativa di Polizia Locale. L’esigenza di realizzare economie ma al tempo stesso garantire un adeguato livello del servizio di Polizia Locale distribuito su tutto il  territorio viene allora soddisfatta attraverso un coordinamento centrale con due nuclei operativi che fanno capo uno alla Garfagnana nord, uno alla Garfagnana sud sotto la direzione del Comandante Leonardo Micotti.

L’Unità Organizzativa si occupa, oltre che delle ordinarie funzioni sicurezza urbana, di ordine pubblico e prevenzione del degrado ambientale, anche di un servizio di vicinanza cui fare riferimento per tutto ciò che interessa il cittadino nel contatto con le amministrazioni e nei rapporti di civile convivenza. Con l’Unione il servizio è stato dotato di nuovi mezzi e attrezzature e, nell’ambito della formazione professionale, è stato avviato un percorso di qualificazione degli operatori sia per quanto riguarda  l’aggiornamento normativo che operativo.

Il Vice Presidente dell’Unione Comuni Garfagnana con delega alla Polizia Municipale, Paolo Fantoni, evidenzia come questo percorso di integrazione del servizio – che vede coinvolti tutti i Comuni dell’Unione e il Comune di Vagli Sotto in convenzione – pur scontando le difficoltà di unire realtà diverse, rappresenta un modello importante volto ad assicurare un coordinamento tra le varie attività dell’Ente per un progressivo adeguamento delle disposizioni regolamentari al fine di uniformarle in tutti i Comuni facenti parte l’Unione.

Alle parole dell’Assessore Fantoni si unisce Mario Puppa, Presidente dell’Unione, per esprimere agli operatori di polizia, alla dirigenza e alla struttura amministrativa di supporto il proprio apprezzamento per l’attività posta in essere, oggi come allora, a servizio della popolazione.

 

I Sindaci dell’Unione approvano il nuovo progetto formativo per il funzionamento della Sala Operativa e Centro Situazioni della Garfagnana

Puppa: Un volontariato attivo ed efficace adeguatamente preparato

per operare secondo gli standard internazionali della Protezione Civile

foto presidente puppa

 Alla luce di quanto emerso dal ciclo di incontri previsti dal processo partecipativo “Il nostro Piano di protezione civile”, voluto fortemente dall’Unione Comuni Garfagnana e finanziato dall’Autorità Regionale per la Partecipazione con l’obiettivo finale di aggiornare il Piano di Protezione Civile Intercomunale coinvolgendo i cittadini e chiedendo il loro importante contributo per migliorarne il funzionamento complessivo, e su richiesta dei Comuni dell’Unione, provati dalle calamità a cui è stata sottoposta la Garfagnana a partire dal 2013, l’Unione Comuni Garfagnana lavora al miglioramento della struttura organizzativa della Protezione Civile e alla valorizzazione del volontariato locale facendo interagire l’intero il sistema territoriale.

E’ stato così approvato dalla Giunta dei Sindaci dell’Unione Comuni Garfagnana uno specifico progetto formativo per l’anno 2014, con la finalità di strutturare un gruppo di operatori in grado di fronteggiare e risolvere i problemi concreti con i quali quotidianamente le Amministrazioni Pubbliche ed in particolare i piccoli Comuni si misurano, e nuove precise direttive di funzionamento della Sala Operativa e centro di situazioni dell’Unione Comuni Garfagnana che, in particolare dal 2013, ha visto nel corso del tempo rendersi necessario attivare funzioni di supporto nelle diverse emergenze che hanno colpito la valle.

“La Protezione Civile si lega notoriamente al Volontariato e non possiamo pensare, in un momento di risorse ridotte, di poter limitare questo fondamentale apporto che molte volte è stato risolutivo, soprattutto nelle emergenze locali ed in fase di monitoraggio eventi” – afferma il Presidente dell’Unione Comuni Garfagnana Mario Puppa – “Organizzare e specializzare l’attività di sala significherà concentrarsi sull’addestramento del personale a lavorare in sala operativa e rendere più efficace ed efficiente il Sistema Locale di protezione civile attraverso una collaudata organizzazione di turnazioni, autorizzazioni, responsabilità istituzionali delle funzioni e molto altro ancora”.

Il corso sarà focalizzato sulla formazione degli operatori riguardo alle funzioni chiave quali quelle di tecnica e pianificazione, sanità, assistenza sociale e veterinaria, volontariato, telecomunicazioni, servizi essenziali, trasporti, circolazione e viabilità e rapporti tra Enti locali. Il riferimento della formazione sarà il metodo AUGUTUS, modello adottato in ambito Nazionale, Regionale e Provinciale di Protezione Civile. Avrà lo scopo di formare volontari nella gestione delle funzioni da svolgere all’interno della sala operativa e di rapportarsi con i referenti titolati alla gestione delle funzioni stesse. Questo per rendere più operativo e dinamico il meccanismo e consentire ai Volontari di vicariare o affiancare i titolari delle funzioni,  soprattutto nelle prime ore di un eventuale stato di emergenza.

Con questo progetto la Garfagnana si colloca all’avanguardia nelle metodologie di formazione di un Volontariato sempre più chiamato ad operare nei diversi scenari locali e nazionali e secondo tecniche specialistiche e di livello operativo e di sicurezza.

1 2 3 36

Unione Comuni Garfagnana
Via Vittorio Emanuele, 9
55032 Castelnuovo Garfagnana
Lucca
Tel. +39 0583 644911
Fax. +39 0583 644901
Email. scrivici
C.Fisc./P.IVA. 02261240465
PEC. scrivici

Eventi

April 2014
M T W T F S S
« Mar    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930