Unione Comuni Garfagnana

Il sito ufficiale

Dopo quasi cento anni ritrovata a Varese la gavetta di un giovane soldato di Gallicano, morto in prigionia durante la Grande Guerra.

gavetta moni achille

Moni Achille, nato a Gallicano il 27.10.1888, arruolato nel 1916, soldato del 5° reggimento bersaglieri, morì in prigionia il 13.04.1918. Destino comune a migliaia di giovani di una intera generazione che, chiamati alle armi, partirono da tutte le zone di Italia per una guerra che per la sua atrocità non aveva avuto precedenti: la Grande Guerra.

Achille, come molti giovani del nostro territorio, bracciante, non più neppure molto giovane, all’età di 28 anni, partì per quella guerra, lasciando tre figli di cui il più piccolo aveva appena 4 mesi. Fu considerato disperso per molti anni;  la moglie e i figli sono vissuti nella speranza di rivederlo. Il figlio Guelfo, il più grande, chiedeva ad ogni soldato che ritornava a casa a  Gallicano se avesse visto suo padre.

Una storia comune a molti giovani nati in quegli anni e ormai dimenticati.

 Singolare è quello che è avvenuto in queste settimane: mentre a Gallicano la sezione locale dell’Istituto Storico Lucchese ha organizzato una mostra fotografica documentaria per ricordare quei giovani, a Brinzio, in provincia di Varese, Emilio Vanini, promotore del Museo della cultura rurale prealpina di quel comune, stimolato dalla attenzione per il centenario dell’entrata in guerra dell’Italia e dalle tante iniziative nate per l’occasione, ricorda di avere tra i suoi oggetti una gavetta su cui è inciso un nome. Una sera alle 21,30 si mette alla ricerca di quel nome negli elenchi dei caduti: Moni Achille.  Alle  due  quel nome ha una identità, è veramente vissuto, nato in un comune toscano: Gallicano. “Ho dormito poco quella notte , il mio pensiero era sempre lì, aspettavo la mattina per chiamare il Comune di Gallicano e controllare che il nominativo fosse esatto e che la sua eventuale famiglia abitasse ancora lì in paese”.

La gavetta, anzi il gavettino, viene in possesso di Emilio Vanini circa trenta  anni fa, trovato in un mercatino di Varese. “ In uno scatolone pieno di oggetti vecchi di vario genere ho notato un gavettino con inciso un nome  “ Moni Achille “ ed un’altra gavetta con due incisioni diverse senza nome, ma molto significative: “ mamma tornerò” e “ negli anni più belli i giorni più tristi”. Queste scritte hanno attirato la mia attenzione tanto da prenderli e portarli a casa.

 Dal 1995 al 2007 la mia taverna,  realizzata nella vecchia stalla , è diventata un museo per i ragazzi delle scuole della Lombardia; numerosi ragazzi nell’ambito di percorsi educativi realizzati con la provincia di Varese, sono passati di lì per conoscere come si viveva, come si mangiava, camminava e lavorava ascoltando quello che raccontavo loro sulla vita di un tempo passato. Non mancava l’angolo della  I Guerra Mondiale con alcuni reperti e le due gavette”.

E così quella gavetta è stata consegnata alla famiglia: alla moglie di un figlio, ai nipoti e ai pronipoti di quel soldato, che per strani giochi del destino sembra abbia fatto in modo di farla arrivare a casa.

Tanta emozione ha suscitato questa notizia per cui la Sezione di Gallicano dell’Istituto Storico Lucchese ha organizzato per domenica 28 giugno la consegna ufficiale alla famiglia da parte di Vanini, alla presenza delle autorità civili e militari, dei rappresentanti degli Enti Locali e con la partecipazione della Fanfara dei bersaglieri, dei Gruppi degli alpini e l’intervento del prof. Umberto Sereni, docente di Storia Contemporanea all’Università di Udine.

Scade il 6 luglio 2015 il termine per la presentazione delle domande per la formazione di una graduatoria per eventuali assunzioni a tempo determinato di agente di polizia locale

(Unione Comuni Garfagnana, 18/06/2015) – È indetta dall’Unione Comuni Garfagnana una selezione pubblica per soli esami, per la formazione di una graduatoria per eventuali assunzioni a tempo determinato di Agente di Polizia Locale.

Per l’ammissione alla selezione è richiesto il possesso dei seguenti requisiti: Titolo di studio – Diploma di maturità di scuola media superiore; Età non inferiore ad anni 18 compiuti; Patente di guida di categoria B; Essere fisicamente idoneo allo svolgimento delle mansioni relative al posto messo a concorso; Non essere esclusi dall’elettorato politico attivo; Godimento dei diritti civili e politici; Posizione regolare in ordine agli obblighi militari, per i candidati di sesso maschile nati entro il 31.12.1985; Inesistenza di condanne penali o di stato di interdizione o di provvedimenti di prevenzione o di altre misure, che escludono, secondo le leggi vigenti, l’accesso a pubblici impieghi.

La prova di esame – che salvo diversa indicazione da pubblicarsi sul sito dell’Unione, si svolgerà il giorno 13 LUGLIO 2015 dalle ore 9.00 a seguire, presso i locali dell’Unione Comuni Garfagnana, via Vittorio Emanuele 9 – 55032 Castelnuovo di Garfagnana – verterà sulle seguenti materie: Ordinamento della Polizia Municipale (L. n. 65/86),  L.R. 12/2006  “Norme in materia di polizia comunale e provinciale”, Elementi di Diritto Penale e Procedura Penale, Testo Unico delle leggi di Pubblica Sicurezza, Legislazione in materia commerciale, pubblici esercizi, urbanistico edilizia e di tutela ambientale, Codice della Strada e relativo Regolamento di esecuzione, Testo Unico degli Enti Locali, Elementi di Diritto Amministrativo.

La graduatoria potrà essere utilizzata sia per costituire rapporti di lavoro a tempo determinato a tempo pieno, sia rapporti di lavoro a tempo parziale, in base alle esigenze che si manifesteranno di volta in volta. Il trattamento economico è quello previsto dal vigente CCNL Comparto Regioni e Autonomie Locali per la categoria C – Posizione economica C1.

La domanda di partecipazione alla selezione, redatta in carta semplice ed in conformità alle prescrizioni del bando, dovrà pervenire entro e non oltre le ore 12,00  del giorno 6 LUGLIO  2015.

Copia integrale del bando e fac-simile della domanda saranno pubblicati all’Albo Pretorio online dell’Unione Comuni Garfagnana e sul sito internet www.ucgarfagnana.lu.it – sezione Amministrazione Trasparente/Bandi di Concorso. Per informazioni relative al concorso gli interessati potranno rivolgersi all’U.O. “Risorse Umane” dell’Unione Comuni Garfagnana, via Vittorio Emanuele 9 – 55032 Castelnuovo di Garfagnana (LU) – tel. 0583 644915.

 

 

Il Giardino botanico “Maria Ansaldi” Pania di Corfino saluta l’arrivo dell’estate con l’iniziativa “I fiori, i sapori, i colori” nell’ambito del palinsesto regionale Toscana Arcobaleno d’estate 2015

Sabato 20 e domenica 21 giugno visite guidate al giardino e ai piccoli musei, laboratori  

e brindisi al sapore di erbe aromatiche e frutti

locandina fiori sapori colori 2

Regione Toscana, con il supporto di Toscana Promozione e Fondazione Sistema Toscana, organizza per il prossimo fine settimana la III edizione di Arcobaleno d’Estate, un’occasione per festeggiare l’arrivo dell’estate, tre giorni di festa per valorizzare il territorio toscano ed accogliere insieme l’arrivo dell’estate e l’avvio della stagione turistica. Oltre ai tesori d’arte, la tradizione e la gastronomia tipica non mancherà certo il patrimonio naturalistico locale ad essere messo in mostra in questi tre giorni ricchissimi di offerte ed eventi.

Come annuncia il Presidente dell’Unione Comuni Garfagnana Paolo Fantoni, in questo scenario infatti il Giardino Botanico “Maria Ansaldi” Pania di Corfino,  collocato nel cuore del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano e del Parco Naturale dell’Orecchiella,  di fronte allo stupendo scenario delle Alpi Apuane, aderisce all’iniziativa da sabato 20 giugno ore 18.00 con una apertura straordinaria e un brindisi tematico accompagnato da dolci assaggi, tartine aromatiche, bevande d’erbe e di frutti previsto  preceduto da una visita guidata al giardino con inizio alle 16.30. Visite guidate al giardino sono possibili dalle ore 10:00 alle 19:00 sia del sabato 20 che della domenica 21. In questo giorno saranno organizzati dei laboratori a partire dalle 16.00: impariamo a fare un erbario, coloriamo i fiori del giardino.

Il Giardino Botanico, nato nel 1984 e gestito dall’Unione Comuni Garfagnana ha il fine di documentare e preservare le specie vegetali del territorio, meta ogni anno di gruppi e scolaresche, studiosi, appassionati e turisti che desiderano scoprire e approfondire la conoscenza del prezioso patrimonio di fiori e piante che caratterizzano il paesaggio vegetale della Garfagnana. La visita al Giardino Botanico consiste non solo nell’osservazione delle numerose specie vegetali presenti ma si tratta di una vera e propria escursione naturalistica negli ecosistemi di bosco, pascolo, brughiera e torbiera, nei macereti e sulle rupi, lungo i numerosi stradelli, costruiti in pietra locale dal caratteristico colore rosso, che si snodano al suo interno lungo i diversi settori nei quali il giardino è suddiviso. I due piccoli musei, realizzati nell’area antistante l’ingresso, accolgono una ricca esposizione di frutti, semi e campioni lignei delle specie forestali del territorio, reperti zoologici e geologici, una ricostruzione dell’ambiente delle grotte, della cerreta, della faggeta e delle rupi, con raffigurata la fauna ivi presente. La struttura nel corso degli anni è diventata un centro di ricerche e di interesse universitario, stante la particolarità della conformazione territoriale e la varietà delle specie vegetali presenti. Per apprezzarne il valore non è necessario essere esperti di botanica, anzi, anche i più giovani troveranno interesse di fronte allo spettacolo che la natura regala con i colori brillanti di fiori e farfalle. Entrare nel Giardino è un po’ come entrare in una dimensione nuova, in un mondo sconosciuto che pure ti appartiene. E’ il mondo delle piccole meraviglie nascoste nella natura che ti circonda, che qui escono ai tuoi occhi e attirano i tuoi sensi. E’ respirare i colori e scoprire le forme, non con la scientifica passione del profondo conoscitore, ma con la meraviglia e lo stupore di un bambino.

Il Giardino Botanico “Pania di Corfino” in località Isera, è sempre accessibile percorrendo un’agevole e piacevole sentiero nella faggeta. Nei mesi estivi da Luglio a Settembre sono aperti tutti gli spazi espositivi ed è attivo il servizio di visita guidata, con il seguente orario: dalle ore 9.00 alle ore 18.30. In questo periodo è raggiungibile altresì con l’automobile. Possono essere organizzate tutto l’anno su prenotazione visite guidate di gruppo, per comitive e scuole, contattando l’Unione Comuni Garfagnana – Tel. 0583 644911 – Fax. 0583 644901 – Email: fabiana.fiorani@ucgarfagnana.lu.it

 

 

 

Unione Comuni Garfagnana e il Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze presentano “In una mostra di d’inizio estate Progetti per il territorio della Garfagnana”

Esposizione di oltre 40 progetti di design di prodotto, comunicazione e servizio rivolti alla valorizzazione del territorio della Garfagnana che si inserisce nel percorso della Strategia Nazionale sulle Aree Interne

 INVITO

PANNELLO CREDITI

Dalla collaborazione tra l’Unione Comuni della Garfagnana e il Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze, Laboratorio di Design e Tecnologie per la Sostenibilità, nasce l’idea di un percorso  di valorizzazione dei prodotti e dei servizi che caratterizzano il territorio della Garfagnana. Nel corso degli ultimi mesi gli studenti del Laboratorio hanno avuto modo di visitare il territorio ed interagire con gli operatori per approfondire la conoscenza dei prodotti e dei servizi e sviluppare idee per la loro valorizzazione.

A Castelnuovo di Garfagnana, presso la Sala Suffredini ex archivio, da venerdì a domenica saranno esposti gli oltre 40 lavori che gli studenti del corso di Laurea Magistrale in Design dell’ateneo fiorentino hanno predisposto come risultato del loro lavoro di ricerca e sviluppo. La mostra presenta i progetti di design di prodotto, comunicazione e servizio rivolti alla valorizzazione del territorio della Garfagnana. Il lavoro si inserisce nel contesto di ricerche sul tema della valorizzazione dei sistemi di conoscenze tradizionali come strumento per un’innovazione sostenibile dei territori. In tale ottica la Garfagnana rappresenta un modello significativo in quanto depositario di saperi e valori trasmessi con continuità nel tempo.

L’esposizione sarà inaugurata venerdì 19: alle ore 16.00 presso la Sala del Consiglio dell’Unione Comuni Garfagnana con un incontro con gli operatori del territorio e gli interventi del Presidente Paolo Fantoni, Andrea Tagliasacchi Sindaco del Comune di Castelnuovo di Garfagnana e Vincenzo A. Legnante Presidente del Corso di Laurea Magistrale in Design dell’Università di Firenze; a seguire alle ore 18,30 taglio del nastro presso la Sala Suffredini ex archivio.

“Si tratta di un’occasione interessante per scoprire come gli elementi più tipici che caratterizzano la Garfagnana vengono interpretati da un punto di vista nuovo e creativo” – afferma Paolo Fantoni, Presidente dell’Unione Comuni Garfagnana – “I lavori possono inoltre rappresentare per gli operatori uno stimolo ed un interessante spunto per nuove idee ed interpretazioni dei loro prodotti. L’iniziativa si inserisce nel percorso della Strategia Nazionale sulle Aree Interne di cui la Garfagnana, insieme alla Lunigiana, rappresenta una delle aree prescelte dalla Regione Toscana.”

In queste aree, caratterizzate da una straordinaria ricchezza di diversità naturale e culturale, frutto dello stratificarsi nei  secoli di modificazioni del paesaggio e di insediamenti urbani e rurali di eccezionale interesse, saranno sostenute, tra l’altro, le iniziative volte a valorizzare i valori identitari che le caratterizzano, in particolare nel settore delle produzioni tipiche, nelle cultura, nel turismo rurale e che possono rappresentare il volano sostanziale per lo sviluppo.                                                                                                                                                                                                   La mostra sarà inaugurata alle ore 18,30 di venerdì e sarà visitabile con i seguenti orari:                                          Sabato: ore 10,00 – 13,00 e 15,00-23,00 (in occasione della notte bianca a Castelnuovo)                                                     Domenica: ore 10,00 – 13,00 e 15,00-18,00

L’Unione Comuni Garfagnana rende omaggio al Geom. Mario Pulidori per il suo ritiro dal servizio provinciale di viabilità montana

Il Presidente dell’Unione Comuni Garfagnana, Paolo Fantoni, anche a nome dei Sindaci dei comuni componenti la Giunta dell’Unione Comuni Garfagnana, apprendendo della notizia di pensionamento del Geom. Mario Pulidori, desidera esprimergli pubblicamente un sentito ringraziamento per l’attività svolta nel servizio provinciale di viabilità montana come tecnico prima e come responsabile poi. Pulidori ha assunto in tanti anni con grande impegno l’importante responsabilità di contribuire con il suo lavoro alla progettazione di messa in sicurezza del territorio attraverso interventi di ripristino delle nostre vie di trasporto, peraltro  duramente colpite dagli ultimi eventi alluvionali e la manutenzione e realizzazione di opere di stabilizzazione.                                                                                   Resterà presente in tutti il suo impegno per risolvere i problemi che giornalmente sono sorti nella gestione delle infrastrutture locali, per il senso di attaccamento al lavoro e competenza professionale dimostrata.


Unione Comuni Garfagnana
Via Vittorio Emanuele, 9
55032 Castelnuovo Garfagnana
Lucca
Tel. +39 0583 644911
Fax. +39 0583 644901
Email. scrivici
C.Fisc./P.IVA. 02261240465
PEC. scrivici

Eventi

luglio: 2015
L M M G V S D
« giu    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031